Parma, Donadoni rimpiange le occasioni perse: “Serve più precisione sotto porta”

Convincente, solida e ordinata, la prestazione del Parma di Donadoni, che per gran parte della partita ha dimostrato di saper e poter raggiungere il vantaggio contro i campioni d’Italia della Juve, incassando il decisivo gol di Pogba solo ad un quarto d’ora dal fischio finale. Questa l’analisi del tecnico del Parma sulla gara della sua squadra, come riporta il sito ufficiale della società gialloblu:

Donadoni, Parma
Fonte immagine: violachannel.tv

“Sì, la prestazione c’è stata, senza correre rischi. Posso solo dire bravi a tutti, se si continua su questa strada con più attenzione i risultati arriveranno. Dobbiamo credere di più in noi stessi sotto porta, sono particolari che possono fare la differenza. E’ un peccato non riuscire in questo ultimissimo periodo a capitalizzare quanto produciamo: il volume di gioco c’è stato anche oggi, dobbiamo farci trovare più pronti in fase realizzativa“.

Sulla prestazione di Mendes, il mister dice: “Non è una sorpresa, si applica e lotta in ogni allenamento. Ha disputato un ottimo incontro, ho voluto premiarlo oggi in un ruolo dove è alto il tasso di competitività all’interno del gruppo. Questa prova è per me un punto di partenza, ma non amo le pacche sulle spalle e i complimenti a fine gara. Per questo dobbiamo applicarci di più, i dettagli fanno la differenza, non puoi concedere nulla a squadre come la Juve. Sono riusciti a trovare la rete su una grande giocata di Quagliarella, sono quei dettagli che possono risolvere un incontro come questo”.

In chiusura, Donadoni guarda al futuro: “La partita odierna ci fa capire che stiamo lavorando bene. Abbiamo patito un po’ di stanchezza, 3 gare in 6 giorni consumano chiunque anche se oggi abbiamo cambiato 6 elementi rispetto a Genova dove avevamo speso molto a livello nervoso e fisico. Forse ci è mancato qualcosa, ma abbiamo giocato contro una super squadra provando a ribattere colpo su colpo. Volevo evitare di concedere facili contropiedi alla Juve e siamo riusciti nell’intento, resta il rimpianto per non aver trasformato le occasioni che siamo riusciti a crearci”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy