Parma-Fiorentina 1-0, pagelle viola: una debacle senza attenuanti

Una pessima Fiorentina perde a Parma e ridà speranza alla squadra di casa.

Fonte: Filippo Piras
Fonte: Filippo Piras

La compagine di Montella sembra una comitiva in gita, senza arte né parte e senza la testa al gioco, che tanto sapeva fare fino al “panettone”.

Mario Gomez sta attraversando una fase di indifendibilità, Montella non sa più motivare e non sa gestire le situazioni “delicate” come quella che la sua squadra sta vivendo adesso. Errori da tutte le parti condizionano l’andamento di una stagione per adesso ancora in grado di raggiungere degli obiettivi importanti: Neto che destabilizza l’ambiente, la società che sbaglia dal punto di vista della comunicazione, calciatori che pensano ognuno al proprio “orticello” anche quando scendono in campo.

La partita del “Tardini” ha regalato ben poche emozioni e ha lasciato “in braghe di tela” i viola.

PAGELLE FIORENTINA

TATARUSANU 6: prende un gol ma è impegnato poco. L’occasione per mettersi in mostra è iniziata maluccio, vediamo come proseguirà.

SAVIC 5,5: la gomitata è involontaria ma il danno è molto, perché contro il Palermo, domenica prossima, la Fiorentina avrà metà difesa squalificata. Per il resto partita senza troppi errori.

GONZALO RODRIGUEZ 6: gioca bene e sfiora anche il gol. Poi la seconda ammonizione lo costringe ad uscire.

BASANTA 6: compito svolto sulla sufficienza, manca ancora qualcosa in fase di rilancio.

JOAQUIN 6: corre, cerca di inventare qualcosa e di cambiare passo.  (dal 36′ s.t. PASQUAL s.v.)

KURTIC 5: se si cerca il peggiore in campo, è senza dubbio lui. Dallo smalto delle prime giornate al disorientamento tattico e di idee c’è un bel passo. Il giocatore non va.  (dal 13′ s.t. AQUILANI 6: entra in un momento difficile e non cambia il tenore di gioco, nonostante l’impegno)

PIZARRO 7: soffre la velocità dei centrocampisti avversari ma predica nel deserto ed è attento e determinato.

MATI FERNANDEZ 6,5: inventa giocate che potrebbero decidere la partita, crea il rigore, crea i passaggi-gol per chi non segna. Buona partita.

ALONSO 5,5: colpevole di distrazione sul gol del Parma. Poco incisivo ma puntuale sulle chiusure.  (dal 21′ s.t. EL HAMDAOUI 6: mostra tutta la sua voglia di giocare e fare bene. Forse non è molto amalgamato e la squadra non lo “vede”. Nel finale crea una bella occasione che, però non viene sfruttata)

CUADRADO 6,5: basta che tocchi pochi palloni ed è pericoloso. Peccato perché potrebbe risolvere da solo le gare ed invece è un po’ fra le nuvole al momento decisivo.

MARIO GOMEZ 4,5: involuto. La panchina è il suo unico rimedio per il momento. Impresentabile. Cade sul pallone, dorme, quando tira sembra che lo debba fare un altro. Demoralizza ed innervosisce pubblico e tutta la squadra.

Allenatore MONTELLA 6: innanzitutto deve far ritrovare se stesso a Mario Gomez, facendolo sedere in panchina e utilizzandolo solo per scampoli di partita, nei quali il giocatore non sente responsabilità e potrebbe rendere di più. Poi deve leggere con meno presunzione le partite e fare cambi più oculati e precisi: se le cose si vedono dagli spalti, figuriamoci dalla panchina… E poi c’è il gioco, occorre spronare certi calciatori perché siano decisivi e determinanti, perché sentano la porta e cerchino il gol con ogni mezzo, non con il “tanto ci siamo divertiti”.

Arbitro Sig. DAMATO 6: gestisce con severità le situazioni delle espulsioni viola. Concede un giusto rigore. Non commette errori madornali né condiziona il risultato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy