Parma-Verona, 2-2: 150 volte Luca Toni e grande rimonta dell’Hellas

Allo stadio “Tardini”, nella 37esima giornata di campionato, il Parma, ormai retrocesso e in fallimento, incontra il Verona.

Luca Toni - Fonte: www.hellasverona.it
Luca Toni – Fonte: www.hellasverona.it

Le due squadre non hanno più obiettivi da raggiungere: gli uomini di Donadoni hanno affrontato una stagione tremenda ma perseguita sempre con orgoglio, i veneti, con 44 punti in classifica, sono già salvi da tempo. Tutte le attenzioni sono rivolte a Luca Toni, che vorrebbe aggiudicarsi il titolo di capocannoniere.

FORMAZIONI UFFICIALI

Parma (4-5-1): Mirante; Cassani, Mendes, Feddal, Gobbi; Varela, Mauri, Jorquera, Nocerino, Lila; Palladino. Allenatore: Donadoni.

Verona (4-3-3): Rafael; Sala, Marquez, Moras, Agostini; Obbadi, Tachtsidis, Hallfredsson; Jankovic, Toni, Fernandinho. Allenatore: Mandorlini.

Via al primo tempo, il Parma parte in attacco con un bel fraseggio tra Nocerino e Varela che però spreca una buona occasione lanciando il pallone oltre la traversa. I crociati s’impongono con il loro gioco e sono molto attivi sulle fasce, l’avvio di partita del Verona non è esemplare: al 21′ il tiro di Palladino viene deviato da Rafael, Nocerino coglie l’attimo e si lancia sul pallone respinto, mettendolo in rete. Vantaggio giusto per i padroni di casa, che sono partiti con forza e decisione. Dopo il gol è sempre il Parma a rendersi pericoloso, mentre il Verona non riesce ad entrare in partita: è Rafael a salvare, più volte, gli Scaligeri, sugli sviluppi di azioni pericolose prima di Varela e poi di Jose Mauri. Al 36′ arriva il raddoppio: Mauri allarga per Varela che intercetta la palla e spiazza Rafael. 2 a 0 e Verona quasi inesistente, gli ospiti vengono continuamente schiacciati dagli avversari. Alla fine della prima frazione di gioco il Verona riesce a sfruttare l’unica occasione a proprio favore: cross di Agostini, Toni anticipa Feddal, prende la palla di testa e la mette in rete. Questo di Luca Toni è il ventesimo gol in stagione, raggiungendo così Tevez ed Icardi. Duplice fischio e tutti negli spogliatoi, il risultato è di 2-1 per i padroni di casa.

L’avvio del secondo tempo vede protagonisti gli uomini di Mandorlini, dopo il brutto approccio del primo tempo. Gli ospiti creano un vero e proprio assedio nell’area piccola degli avversari, provandoci in tutti i modi. Toni è determinato ad agguantare il pareggio e cerca di impossessarsi di tutti i palloni sotto porta, al 79′ l’arbitro Minelli concede rigore per un presunto fallo di mano di Feddal, rigore che Toni trasforma prontamente in gol. Rete numero 150 in serie A per il bomber gialloblu, che a questo punto supera Tevez e Icardi, ed è temporaneamente capocannoniere. L’attaccante emiliano non sembra volersi accontentare, continuando ad insistere in attacco con grande intensità. Il match finisce con un pareggio giusto: grande cuore di entrambe le squadre, partita viva con occasioni da una parte e dall’altra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy