Roma-Empoli 2-1, le pagelle giallorosse: J. Jesus e Florenzi da incubo. Schick e Kluivert si accendono

In un grande momento di difficoltà, una Roma più viva che morta riesce a strappare un un 2-1 importantissimo per la rincorsa alla Champions, visto il pareggio della Lazio con la Fiorentina. Schick ed El Shaarawy riescono a regalare la prima gioia a Ranieri che ha tantissimo da lavorare soprattutto in difesa: da recuperare Florenzi, espulso in una settimana nerissima per lui, visto il grave errore di Oporto.

ROMA, LE PAGELLE GIALLOROSSE: J. JESUS TREMENDO, EL SHAARAWY IL MIGLIORE

Schick Roma - Fonte immagine: genoacfc.it
Schick – Fonte immagine: genoacfc.it

Olsen 6: nessun grande intervento poichè l’Empoli non tira mai dalle sue parti. L’unica conclusione che supera lo svedese è la testata di J. Jesus che si produce in un autogol fantozziano.

Florenzi 5: non pienamente informa con passaggi sempre all’indietro e con poco coraggio in avanti. Prova a sovrapporsi, ma i cross non sono precisi: dal suo piede parte la punizione che regala il 2-1 alla Roma. Nel finale, per una ingenuità, rimedia un secondo giallo dubbio e abbandona il campo all’80’ lasciando i compagni in 10. Settimana terribile per il terzino.

Marcano 5.5: nessun grande pericolo ma con lui il reparto traballa. Tanti rinvii poco sicuri e affiatamento con J. Jesus molto basso: ha bisogno di un leader vicino per non eccedere negli errori. Sbaglia spesso marcatura e posizione, ma alla fine Caputo e Farias non sono pericolosi.

J. Jesus 4.5: disastrosa la sua prestazione con un autogol che mette paura ad una Roma che stava giocando con tranquillità nei primi 10 minuti. Nella ripresa, una sua mancata marcatura permette all’Empoli di sfiorare il pareggio. Fortunato sul contatto con Oberlin, dove il toscano colpisce di mano vanificando il pareggio di Krunic. Il peggiore in campo.

Santon 5.5: non disputa un primo tempo negativo, giocando più in avanti che in difesa. Nella ripresa l’Empoli cambia ritmo e va nettamente in difficoltà soprattutto con Farias, più rapido e lesto nei movimenti. Nel finale, con poco fiato, getta la spugna lasciando troppo campo agli avversari.

Nzonzi 5: il francese è lento nella manovra e nell’impostazione. Non riesce ne a fermare gli avversari ne ad accelerare le verticalizzazioni per provare a bucare l’Empoli. La Roma ha bisogno di un regista e il campione del mondo si dimostra ancora inadatto a questo ruolo.

Cristante 5: tanta corsa e tanta voglia di imporsi, ma quanti errori sono stati fatti. La sua lentezza e la poca lucidità nel ridare palla nei triangoli, vanifica le buone idee di fraseggio dei suoi compagni. Sottotono e con il fiatone, nonostante Oporto non lo abbia spremuto troppo.

Zaniolo 5.5: sistemato da trequartista da Ranieri, impiega un po’ di tempo per schiarirsi le idee. Corre tanto senza mai entrare nel vivo del gioco con qualche giocata che si perde nel nulla. Si divora un’enorme occasione che avrebbe portato la Roma sul 2-1. Abbandona il campo per un dolore al polpaccio. (dal 53′ Perotti 5.5: viene messo in campo per dare freschezza, ma si abbassa troppo senza ripartire nel giusto modo. Serve un Perotti più frizzante e coraggioso per poterlo apprezzare nuovamente sui suoi veri ritmi.)

El Shaarawy 7: il migliore in campo per giocate, spirito e dedizione per allenatore e squadra. El Shaarawy, dopo appe 9 minuti, inventa un bel tiro a giro che supera il portiere avversario: nella ripresa, insieme a Kluivert, è l’unico che prova ad impensierire una difesa schierata come quella dell’Empoli. Corre e prova a tenere alta la squadra fino al 97′.

Kluivert 6.5: voglioso di mettersi in mostra, le sue incursioni e le sue accelerazioni mettono in difficoltà il reparto arretrato dell’Empoli. Dalla sua fascia partono le azioni più pericolose e anche gli assist più insidiosi. Grande prova dell’olandese che dimostra di aver bisogno di più continuità per mettere in piena mostra le sue doti. (dall’81’ Karsdrop Sv.)

Schick 6.5: ha l’occasione di riscattarsi per ripartire con il nuovo allenatore e l’attaccante la sfrutta al 100%. Schick sigla il 2-1 grazie ad una punizione pennellata di Florenzi. Nella ripresa pressa e da tutto se stesso fino ad abbandonare il campo in carenza di ossigeno e crampi. (dal 85′ Celar Sv.)

Ranieri 6: la Roma è ancora malata, ma con il suo arrivo in panchina la tifoseria ha potuto respirare un po’ più di romanità. La squadra lo segue in tutto e per tutto rimanendo compatta e provando a dare tutto fino alla fine. Tanti i ragazzi usciti fuori per crampi: Schick si sblocca ed El Shaarawy incanta. Si impone anche Kluivert mentre la difesa è sempre il vero problema. Florenzi ancora in difficoltà con un rosso che rende ancora più nera una settimana tremenda. Manca ancora il gioco, ma i miracoli non sono ancora tra i poteri di Ranieri che si gode questi 3 punti.