Roma, Pallotta parla dello stadio: “Costerà un miliardo. Sarà il più grande progetto dagli anni ’20”

Parole importanti e ambiziose quelle di James Pallotta, numero uno giallorosso, e Mark Pannes, intervenuti oggi sulle frequenze di Roma Radio.

James Pallotta, Fonte: Alessandro Losito
James Pallotta, Fonte: Alessandro Losito

Argomento principale è stato lo stadio della Roma. “Domani sarà un giorno estremamente importante, siamo fiduciosi, sappiamo di aver proposto un grandissimo progetto per l’Italia intera che riporterà la Serie A nel ruolo in cui merita di essere“, ha detto Pallotta.
Mark Pannes, responsabile del progeto, ha così spiegato la scelta di Tor di Valle: “Credo sia importante dire che fin dall’inizio del processo siamo stati trasparenti, e il primo passo è stato lavorare con una grossa agenzia immobiliare. Abbiamo ricevuto 90 proposte di siti, alla fine abbiamo scremato a 12 siti, controllati con dei consiglieri comunali, poi siamo scesi a 3 fino a scegliere Tor di Valle. Cercavamo un posto da ristrutturare, modernizzare. Crediamo sia il luogo migliore di Roma e dintorni“.
Capitolo costi: “Abbiamo già detto che l’intero progetto sarà il più grande progetto dagli anni ’20 a oggi. – spiega il presidente americano – Il costo sarà di oltre un miliardo di euro con tutte le strutture e lavori annessi“. Infine si fa chiarezza anche sulla questione della proprietà: “Il fatto è che se si finanzia privatamente i finanziatori vogliono avere una garanzia e vogliono che siano due faccende separate. Chiaramente con un gruppo il cui proprietario (Pallotta) controlla ambo le cose, la proprietà è sua“.
Per Pallota, imprenditore ma anche tifoso, è quasi momento di sognare: “Il giorno che apriremo e i tifosi arriveranno allo stadio spero che saranno sopraffatti dall’esperienza. Sono convinto che sarà un’esperienza fantastica per i romanisti. Non vedo l’ora di stare lì in piedi a vedere la meraviglia dei tifosi che entrano. Non vorrei essere nei panni dei giocatori avversari che verranno a giocare. C’è la sicurezza per le famiglie, vogliamo rendere l’esperienza dello stadio come la migliore di tutte“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *