Sampdoria: Mihajlovic in conferenza stampa

Dopo il passo falso di Napoli  Mhajlovic vuole portare a casa i tre punti contro il Verona.

Fonte: Laura Rossetti
Fonte: Laura Rossetti

“Tutte le gare sono importanti, il Verona non ci regalerà niente dipenderà tutto dalla nostra mentalità. È una gara che sulla carta dovremmo vincere, loro non hanno pressioni e hanno raggiunto la salvezza, noi invece abbiamo un obiettivo da raggiungere. Ultimamente non ci siamo espressi ai livelli abituali ma, come ho già detto una volta,  i perdenti cercano una scusa, i vincenti una strada. e noi stiamo cercando quella giusta. Non servono tante motivazioni, la nostra classifica dovrebbe bastare, quello che abbiamo fatto sino ad ora e che ci ha portati ad occupare questa posizione meritatamente. Faremo di tutto per prendere i tre punti”.

Su un possibile turnover dice: “Per noi sono tutte partite importanti però faremo qualche cambio perché non tutti possono fare tre partite in una settimana.  Non al livello che pretendo io. Tutti quelli che sono nella rosa si sono allenati bene quindi chiunque giocherà farà la sua parte”.

Poi si riferisce ai singoli.

Eder. “E’ uno dei nostri giocatori più importanti, quello che ha fatto più goal, è un peccato si sia infortunato,  però il calcio è così, mi dispiace per noi e per lui, spero ritorni il prima possibile. La sua assenza potrebbe cambiare qualcosa a livello tattico”.

Acquah. “Tutti quelli che sono in rosa, domani potrebbero giocare,  quindi anche Acquah”.

Muriel. “Deve crescere come uomo e come mentalità perché ha qualità davvero importanti, è un giocatore che può fare un goal a partita. Ha tanti margini di miglioramento, e noi, abbiamo piena fiducia in lui”.

Okaka. “E’ uno che lotta per 90′ con le difese avversarie. Non è facile il suo compito”.

Prima di chiudere un ricordo per Boskov,  nel giorno dell’anniversario della scomparsa.

“Di lui non saprei più che dire,  si è già detto di tutto e di più. Oggi è l’anniversario della morte, tutti sanno il sentimento che provavo e provo tutt’ora per lui. È una data brutta da ricordare, ma l’importante è ricordarlo”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy