Serie A, il pagellone 2014-2015: Hellas Verona

Il campionato di Serie A è giunto al termine.

Fonte www.hellasverona.it
Fonte www.hellasverona.it

Il Verona di Mandorlini conquista la seconda salvezza consecutiva con qualche brivido in più rispetto alla scorsa stagione. La conferma vale un 6.5 in pagella, mezzo voto in meno per un girone d’andata gettato alle ortiche. Al giro di boa i gialloblu erano in piena zona retrocessione dove era apertissima la lotta con Cagliari, Cesena e Atalanta. Il cambio di marcia ha regalato i 46 punti finali che sono valsi la tredicesima posizione, una base di lavoro perfetta per il prossimo anno. Analizziamo i reparti:

Portieri 6.5: l’annata degli estremi difensori dei veneti si può ritenere più che sufficiente. Rafael, titolarissimo da diversi anni, ha confermato l’ottimo momento di forma; importantissime le sue parate che hanno regalato punti fondamentali. Per lui 20 gare da titolare con 35 reti subite. L’infortunio ha dato una chance anche a Benussi che non ha fatto rimpiangere il brasiliano. Il dodicesimo si è confermato tra i più positivi della serie A: per lui 16 gare e 25 reti subite, sulla falsa riga del collega.

Difesa 5: purtroppo la nota negativa è stata proprio la linea difensiva. Sul banco degli imputati i primi sono proprio Moras e Marquez. Entrambi i veterani hanno commesso diversi errori, regalando goal agli avversari e rimediando espulsioni ingenue ( 3 solamente il messicano ex Barcellona ). Si sono distinti invece Pisano e Marques, ma le buone prestazioni non sono riuscite ad aumentare la solidità difensiva, troppo facile da penetrare per gli avversari: 65 reti subite sono veramente troppe.

Centrocampo 6.5: sufficiente la linea mediana del Verona. Il vero mattatore resta Hallfredsson con tanta grinta e tenacia da vendere: 28 partite e una rete. L’islandese ha dato una mano per il filtraggio davanti alla difesa e in attacco con assist agli attaccanti ( ben 8 ). Determinante anche l’arrivo di Greco e Tachtsidis che hanno ristabilito le geometrie a centrocampo. Vero acquisto di gennaio è Jacopo Sala, ex Chelsea. Il giovane ha contribuito con goal e tecnica elevata. Per il prossimo anno serviranno uomini di spessore per puntare anche ad un’ipotetica Europa League.

Attacco 7: il miglior reparto grazie soprattutto a Luca Toni. L’attaccante italiano ha totalizzato 22 dei 49 goal totali. Capocannoniere a pari reti con Icardi. L’ex nazionale si è dimostrato ancora al top della forma nonostante i 38 anni suonati. Delude Nico Lopez poco utilizzato, ma comunque artefice di 5 realizzazioni. Il vero flop però porta il nome di Saviola. La punta non si è mai ambientata al calcio italiano e non ha sfoderato quelle prestazioni che avrebbero potuto far fare il salto di qualità al Verona: un solo goal in 16 presenze è veramente pochissimo. Bene anche Gomez con 6 reti, tanta velocità e il goal in extremis alla Juventus, ormai un marchio di fabbrica del ragazzo.

L’allenatore, Madorlini 6.5: il suo Verona poteva fare molto meglio, invece, durante il girone d’andata, viene risucchiato nella parte bassa della classifica, lottando con Cagliari e Cesena per la salvezza. Dopo un buon mercato invernale, l’allenatore è riuscito a ricostruire la sua squadra iniziando una lenta rimonta che ha portato ad un’altra permanenza in A, non molto scontata come lo scorso anno. Ora il rinnovo del contratto è essenziale per dare seguito ad un progetto che potrebbe far togliere qualche soddisfazione ai tifosi gialloblu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy