Udinese, Heurtaux torna in gruppo: “2016? Sarà al top”

Colantuono non ha avuto vita facile all’Udinese.

Thomas Heurtaux - Fonte: benoit_caen
Thomas Heurtaux – Fonte: benoit_caen

Il tecnico di Ostia ha dovuto fronteggiare numerosi problemi, tra cui il poco utilizzo di Di Natale, affetto da qualche problemino fisico di troppo. La squadra è stata ulteriormente indebolita con il mercato estivo e l’allenatore ha fatto tutto il possibile per combattere ad alti livelli.

I bianconeri non sono partiti benissimo e hanno rischiato in più di un’occasione di essere risucchiati nella lotta per la salvezza. La difesa ha sbandato a causa del brutto infortunio di Heurtaux e per l’assenza di Danilo. Domizzi da centrale non può garantire la stessa solidità e qualità. Nelle ultime 5 gare la svolta: 3 vittorie e due sconfitte per un bottino di 9 punti importantissimi per respirare e per strutturare nel migliore dei modi il 2016. Torna finalmente in gruppo il francese Heurtaux che ha iniziato gli allenamenti con i compagni. Ecco le parole del centrale che ringrazia i medici e pone gli obiettivi del 2016. Le sue dichiarazioni sono state riportate da Udinese tv: “Sono molto contento perché finalmente, dopo un lungo periodo di lavoro a parte, sono tornato con il gruppo. Adesso sto bene, ho lavorato molto anche durante la pausa natalizia. Approfitto per ringraziare i medici, i terapisti e tutti quelli che mi hanno seguito in questo periodo che si è rivelato lungo e pesante. Per fortuna il Natale mi ha portato in regalo la possibilità di tornare ad allenarmi con la squadra. Il gruppo in crescita? E’ vero, il mister insiste molto anche su questo aspetto, vuole che facciamo gruppo. Sono contento per il risultato di Torino perché da’ fiducia alla squadra e anche a Stipe. Ora dobbiamo continuare su questa strada che è la strada giusta. I risultati del lavoro si vedono sul campo. L’anno che sta per concludersi è stato il mio peggior anno da calciatore. Ho giocato appena tredici partite, davvero poche. Con il 2016 spero di mettere definitivamente alle spalle il periodo difficile e pesante che ho attraversato nel 2015. Sono fiducioso perché penso che da ogni cosa negativa può venir fuori qualcosa di bello, spero che il 2016 per me sia così“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *