Verona, Bigon su Toni: “Il rinnovo era la priorità”. Si monitora Guidetti

Il Verona centra per il secondo anno consecutivo la salvezza.

Luca Toni - Fonte: www.hellasverona.it
Luca Toni – Fonte: www.hellasverona.it

Dopo il rinnovo di Mandorlini sulla panchina gialloblu è arrivato anche quello di Toni. Per la società veneta era una priorità quella di trattenere il capocannoniere dell’ultimo campionato. L’ex Fiorentina, Palermo e Bayern Monaco non ha mai negato la voglia di restare, ma per farlo doveva trovare l’accordo con il presidente e l’ambiente.

Subito al lavoro il neo direttore sportivo Bigon. Il dirigente parla proprio del nuovo contratto di Toni. Ecco le sue parole sul futuro della punta, rilasciate a Skysport24: “Cerchiamo in futuro di poter aiutare Luca Toni a segnare così, ma se continua in questo modo non possiamo che essergli grati, lavorando tutti insieme per permettergli di realizzare il suo talento, per migliorare il suo fiuto del gol. La conferma di Toni era una delle priorità, da questa base ripartiamo per fare anche le altre cose di mercato“.

Per aiutare la punta a tener attivo il fiuto del goal, si sta cercando di sondare il terreno per Guidetti. L’attaccante era già stato monitorato dalla Lazio prima che approdasse al Manchester City. Qui per lui poca fortuna: in 2 anni nessuna presenza con la maglia degli sceicchi. Ad inizio anno (mercato di gennaio 2014) il prestito allo Stoke, ma anche qui la sua carriera tarda a decollare. Solo 6 presenze ed una nuova cessione in  prestito al Celtic, nel mercato estivo. Molto meglio l’avventura scozzese che permette alla punta di disputare 24 gare andando a segno in 8 occasioni. Il suo agente ora è in Italia e sta cercando club interessati al ragazzo. Ecco le parole riportate Gianlucadimarzio.com: “L’Italia gli piace ma bisogna tenere conto che in Europa il ragazzo è già tenuto molto in considerazione. Verona e Lazio seguono da tempo il giocatore e da qui alla fine del mercato continueranno a sondare il terreno, tenendo presente che c’è un forte interesse da parte di squadre tedesche e inglesi. Visti gli attaccanti che ci sono in Italia uno come John farebbe benissimo praticamente ovunque. Credo che la sfida contro l’Italia possa essere una fortuna per lui così magari qualche club potrà aprire gli occhi su questo ragazzo del ’92 che ha dei numeri pazzeschi“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy