Zanetti, 38 anni e non sentirli: “Sempre fedele all’Inter”

In occasione dei suoi 38 anni, il capitano dell’Inter Javier Zanetti ha rilasciato una bella intervista ai microfoni di SkySport24, in cui parla un pò di tutto, dal suo futuro al rapporto che lo lega indissolubilmente alla squadra di Milano: “Mi sento un po’ più vecchio – racconta Zanetti – Ringrazierò sempre il vostro paese perchè mi avete accolto con le braccia aperte, e uno straniero questo non lo dimentica.

Zanetti con la Coppa del Mondo per Club 2010 - Fonte immagine: Flickr.com

Ci sono tanti momenti importanti di questa mia carriera in nerazzurro, anche di difficoltà, ma ho sempre creduto nella famiglia Inter, e in questi ultimi anni i successi sono arrivati. Non dimentico la Coppa Uefa del 1998, così come la Champions League del 2010. Ho avuto il privilegio come capitano di raggiungere quest’obiettivo qui. Vedere la gioia dei tifosi dell’Inter è stato qualcosa di speciale. Mi fa piacere fare la storia dell’Inter, sono orgoglioso di aver deciso di fare tutta la carriera nell’Inter. Ho avuto la possibilità di andare in altri grandi club, Barcellona e Real Madrid mi hanno cercato, sinceramente la mia prima intenzione è stata quella di rimanere all’Inter, sapevo che il nostro momento prima o poi sarebbe arrivato, il tempo mi ha dato ragione. Ho avuto la fortuna di conoscere Bergomi, Facchetti, che per me è stato un grande punto di riferimento e i suoi consigli li porterò con me per tutta la mia carriera. Spero di continuare ad essere all’altezza di questi colori. Spero di continuare a vincere e di essere protagonista con l’Inter, in tutti questi anni la società ha fatto il massimo per renderci competitivi, e ora non dobbiamo fermarci. La concorrenza è molto tosta, ma siamo pronti a raggiungere traguardi importanti. Sul mercato, che vede protagonisti in queste ore i suoi compagni (ancora per quanto?) Eto’o e Sneijder, il capitano nerazzurro ha le idee chiare: “Il mercato è questo, stiamo parlando di due grandi giocatori, deciderà la società, decideranno loro. Sicuramente la società farà uno sforzo grande per rendere la squadra competitiva. Tevez? E’ un grande attaccante, lo ha dimostrato in tutta la sua carriera. Bisogna aspettare, vediamo cosa ha intenzione di fare la società e cosa deciderà. Sul nuovo mister dice: “Gasperini è un allenatore intelligente, con le idee chiare. C’è bisogno di tempo per apprendere i suoi insegnamenti, ma la squadra lo seguirà e non avremo problemi”. Argomento caldo quello dello scudetto 2006: “Sinceramente, sento alcuni discorsi e non posso credercispiega Pupi, come viene soprannominato Zanetti da quando era bambino – noi seguiamo la nostra strada, quella che ci ha portato ad essere diversi da tutte le altre squadre”. Sulle concorrenti in Italia e in Europa: “Credo che a livello italiano Milan, Juventus, Napoli e le due romane saranno sempre lì, quindi sarà un campionato competitivo ed equilibrato. La concorrenza sarà tosta ma noi siamo pronti per traguardi importanti. In Europa le concorrenti saranno Barcellona, Real Madrid ma anche altre squadre, ci sarà da combattere parecchio“. Infine, Zanetti rivolge un pensiero alla sua Nazionale che non sta certo vivendo un momento brillante: “Ora l’Argentina deve lavorare, credere nei talenti che ha: siamo usciti ai rigori non meritando di perdere in Copa America, ma ormai è passata, pensiamo al futuro. Maradona è stato unico, ma quello che sta facendo Messi è a quel livello, in questo momento Lionel è il più forte al mondo“.

Un pensiero riguardo “Zanetti, 38 anni e non sentirli: “Sempre fedele all’Inter”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy