34° Giornata Serie B: all’ “Adriatico” Pescara-Como 2-1

Trentaquattresima giornata di Serie B che vede di fronte all’ “Adriatico” il Pescara di Massimo Oddo ospitare il Como di Stefano Cuoghi.

Fonte: Giovanni Mazzola
Fonte: Giovanni Mazzola

Dopo 5 minuti ospiti pericolosi, con un tiro dalla distanza di Bessa che si spegne a lato; all’11’ la squadra di oddo reclama un calcio di rigore, per l’atterramento in area prima di Lapadula, poi di Caprari, su presunto fallo di Casasola. Al 14′ ancora Pescara in avanti, con una conclusione dai 20 metri di Verde respinta in due tempi da Crispino; passa un minuto e Lapadula in contropiede prova a servire un compagno, anticipato da Giosa in angolo: dalla bandierina Caprari, Mandragora anticipa Crispino e colpisce la traversa, sulla respinta si precipita Lapadula che realizza l’1-0. Alla mezz’ora ci prova Memushaj dalla distanza, palla che termina fuori; al 32′ tentativo dal limite di Caprari, con la sfera che finisce di poco alta. Al 34′ il Pescara raddoppia, ancora su azione d’angolo, battuto dal solito Caprari, che pesca sul secondo palo Lapadula che di testa batte Crispino. Nel recupero occasionissima Como, con il colpo di testa di Cristiani su assist di Barella, deviato in angolo con una splendida parata da Aresti.
Ad inizio ripresa, al 48′, biancoazzurri vicini al tris, con Caprari che salta Casasola ed entrato in area calcia d’esterno con la palla che termina sull’esterno della rete. Al 57′ schema su punizione del Como: Bessa serve Ganz che tutto solo calcia però alto. Tre minuti più tardi i lombardi riaprono la gara: angolo di Bessa, colpo di testa di Giosa, respinge corto Aresti ed ancora il difensore lariano sulla ribattuta mette dentro. Al 62′ risponde subito il Pescara, con Lapadula che prima trova l’opposizione di Crispino sul colpo di testa, poi manda alto sulla ribattuta. Fase centrale della ripresa che non vede azioni di rilievo, con Oddo che ne approfitta per effettuare le sostituzioni, con Cuoghi che risponde inserendo Gerardi, ma all’80’ è il Pescara a sfiorare ancora la terza rete, con un bel colpo di testa di Lapadula su azione d’angolo che trova la splendida opposizione a mano aperta di Crispino. All’89’ opsiti vicini al pari, con Ghezzal che da punizione serve Gerardi, il quale va via a Zuparic ma calcia debolmente non impensierendo Aresti. Al 94′ nuova occasionissima per il Como, con Gerardi che serve Marconi il quale calcia di poco a lato; al 96′ il Como chiude in dieci per un rosso diretto a Basha per un fallo di reazione su Memushaj.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *