Bologna-Livorno 2-0: i rossoblu tornano a vincere al Dall’Ara

Un passo gigante verso la Serie A da parte del Bologna che torna a vincere in casa dopo due mesi e supera uno degli avversari più temibili di questo campionato.
Un avvio incerto per gli uomini di Lopez che soffrono l’avvio arrembante del Livorno, pericoloso subito con un incornata di Vantaggiato. I ladroni ci di Panucci, schierati con un modulo più prudente rispetto all’ultimo turno, calano di rendimento con il passare del tempo e si spengono totalmente quando Emerson ed Appelt Pires non vengono più messi in condizione di alzare la testa e giocare il pallone.
Il Bologna del primo tempo però fatica ad ingranare e si aggrappa agli inserimenti velenosi di Zuculini che punge la zona mancina della difesa livornese sfiorando l’assist per Cacia prima e per Sansone poi.
Nella ripresa non c’è storia: il Bologna domina la scena giocando un calcio divertente e concreto e mette alle strette un Livorno in seria difficoltà dal l’unto di vista fisico.
Il vantaggio rossoblu arriva nella maniera più rocambolesca possibile: Mazzoni uscendo in presa alta frana addosso al suo compagno Emerson e lascia il pallone sui piedi di Oikonomou che appoggia di piatto e in gol a porta vuota. Gol fondamentale quello del greco che regala una marcatura rossoblu al Dall’Ara che mancava dalla partita contro il Perugia del 17 gennaio, data dell’ultimo successo bolognese in casa.
Più tardi arriverà anche il raddoppio al termine di una bella azione dialogata tra Cacia e Sansone con il bomber numero 9 che mette un pallone fantastico per l’ex Samp, bravissimo a calciare con il sinistro a incrociare e a trovare l’angolino opposto.
Grande festa per il raddoppio di un Bologna finalmente convincente. Il Livorno accenna una reazione con un colpo di testa di Galabinov che si stampa sul palo e con qualche conclusione sballata da fuori che poco impensierisce Da Costa.
Al Dall’Ara finisce 2-0 una partita vinta meritatamente dalla squadra di Lopez che adesso blinda il secondo posto e minaccia il primo posto del Carpi.
Il Livorno invece esce ridimensionato ed in piena crisi dall’incontro odierno: quinta sconfitta nelle ultime sette gare, secondo KO su due da quando è arrivato Panucci; la strada che porta ai play off è sempre più in salita.
Il migliore in campo: Zuculini
Il peggiore in campo: Lambrughi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy