Lanciano e Juve Stabia dividono la posta: finisce 1-1 al Biondi

Per la trentacinquesima giornata di Serie Bwin 2012/2013 si affrontano Lanciano e Juve Stabia con obiettivi diversi: la squadra di casa vuole rincorrere una salvezza tranquilla e riscattare la sconfitta subita all’andata, i campani in cerca di punti per acciuffare il sogno chiamato playoff.

Fonte: http://www.ascolicalcio.net/
Fonte: http://www.ascolicalcio.net/

Terreno di gioco del Guido Biondi in ottime condizioni, giornata primaverile piuttosto calda e buona affluenza del pubblico casalingo. Il Lanciano scende in campo con la divisa rossonera e calzoncini rossi, la Juve Stabia in completo bianco con calzoncini bianchi.
Fase di studio nei primi minuti del match, con le due squadre ferme a centrocampo per via dei molti errori in fase di impostazione. Primo brivido solamente al 15′ con Piccolo che ben servito dopo essere scattato sul filo del fuorigioco conclude a rete di sinistro, non trovando comunque lo specchio della porta. La gara comunque stenta a decollare, ancora caratterizzata da continui errori. Cambio al 25′ per il Lanciano: esce Plasmati penalizzato da un colpo precedentemente subito ed entra Turchi. Gautieri rivede il tridente offensivo con Falcinelli prima punta affiancato da Piccolo e Turchi. La partita la sveglia la Juve Stabia alla mezzora: lancio in profondità di Caserta, Zito resiste alla carica di Di Cecco e scarica un perfetto diagonale che finisce alle spalle di Leali. Il Lanciano è costretto a rincorrere gli ospiti. La difesa campana si chiude, con i locali che non riescono a trovare il varco giusto. Clamorosa occasione per il Lanciano al 35′ con Falcinelli che recupera un pallone perso dagli ospiti e si presenta in area di rigore, venendo contrastato al momento di battere a rete. Ancora Falcinelli al 42′ a provarci con una conclusione radente ben parata da Nocchi. È il Lanciano a premere nel finale del primo tempo: Piccolo fa tutto bene sulla destra e poi mette in mezzo, dove peró non trova nessuno pronto ad intervenire. Castrignanó assegna 2 minuti di recupero. Al 46′ contestato dai locali un presunto intervento di mano in area di rigore stabiese; le immagini dimostrano peró il contrario con Figliomeni che tocca nettamente di petto. La ripresa comincia con gli stessi 22 che hanno concluso la prima frazione di gara. Subito in avanti il Lanciano: Aquilanti esegue un ottimo lob per Turchi che si fa rimontare da Baldanzeddu. Insidiosa conclusione di Piccolo al 7′ direttamente da calcio di punizione, Nocchi è attento e respinge con i pugni. Braglia esegue un cambio al 9′: fuori Acosty e dentro Suciu. Miracolo di Nocchi al 13′: Turchi libera Falcinelli che conclude a botta sicura ma trova il portiere ospite bravissimo a respingere in angolo. Dall’angolo seguente Di Cecco si divora il gol: tutto solo davanti a Nocchi sbaglia il tiro che esce fuori per le fortune della Juve Stabia. È la squadra di casa a premere con insistenza alla ricerca del pareggio. Secondo cambio per Braglia: esce Cellini ed entra Bruno. Occasionissima anche per la Juve Stabia: dopo un rimpallo la palla giunge fortuitamente a Bruno che prova come puó mandando alto. Espulso Aridità per proteste dalla panchina: rosso per il secondo portiere della Virtus. Ci prova costantemente il Lanciano che non riesce a scardinare la retroguardia ospite. Rigore per il Lanciano al 32′! Su un tentativo in acrobazia di Falcinelli è netto il tocco di mani di Figliomeni. Prima dell’esecuzione l’arbitro espelle anche Braida per proteste. Sul dischetto va Volpe, la cui conclusione è perfetta: palla da una parte, portiere dall’altra. Al 36′ giallo per simulazione per Bruno: il tuffo della punta dalle immagini non tradisce la decisione del direttore di gara. Ultimo cambio per la Juve Stabia: esce Zito entra Verdi. Gautieri opera il secondo cambio: esce Falcinelli, dentro Fofana. Ci crede il mister campano che si gioca anche la carta Falcone, richiamando in panchina Piccolo. La Juve Stabia rimane in 10 al 46′: espulso Scognamiglio che ferma in malomodo Turchi, prendendosi il secondo giallo della gara dall’arbitro. Non succede più nulla, con le due squadre che dividono la posta in palio. Juve Stabia sale a 45 punti, Lanciano a 42.

 

Il Tabellino.

Virtus Lanciano (4-3-3) : Leali; Almici, Amenta, Aquilanti, Mammarella; Di Cecco, Minotti, Volpe; Falcinelli (41’st Fofana), Plasmati (25’pt Turchi), Piccolo (44’st Falcone). A disposizione : Aridità, Rosania, Vastola, Paghera. All. Carmine Gautieri

Juve Stabia (3-4-3) : Nocchi; Martinelli, Figliomeni, Scognamiglio; Baldanzeddu, Jidayi, Caserta, Dicuonzo; Acosty (10’st Suciu), Cellini (18’st Bruno), Zito (38’st Verdi). A disposizione : Seculin, Agyei, Improta, Murolo. All. Piero Braglia

 

Arbitro: Francesco Castrignanò di Roma 2

 

Assistenti: Simone Manzini di Verona e Stefano Liberti di Pisa

 

IV Ufficiale: Marco Di Bello di Brindisi

 

Ammoniti: Scognamiglio (JS), Dicuonzo (JS), Figliomeni (JS), Bruno (JS).

 

Espulsi: Aridità (L) dalla panchina per proteste, Braglia (JS) per proteste, Scognamiglio (JS) per doppia ammonizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy