Lanciano vince e convince, finisce 3-2 col Cittadella

Per la venticinquesima giornata del campionato di Serie Bwin 2012-13 si sfidano Lanciano e Cittadella, due squadre dal rendimento recente diverso; la compagina abruzzese, infatti, proviene da quattro risultati utili consecutivi, mentre la squadra veneta passa un momento di crisi. Il terreno del Biondi è in buone condizioni, nonostante la pioggia abbattutasi sul territorio frentano.

Fonte: soccermagazine.it (C)
Fonte: soccermagazine.it (C)

L’analisi.
Il Lanciano scende in campo con il solito 4-3-3. Tra i pali torna Leali; difesa affidata a Almici, Aquilanti, Amenta e Mammarella; linea mediana composta da Vastola, Minotti e Volpe; in avanti il tridente Piccolo, Falcinelli, Turchi.

Anche il Cittadella si schiera in campo col 4-3-3. Tra i pali Cordaz; in difesa Sosa, Coly, Ciancio e Biraghi. A centrocampo agiscono Vitofrancesco, Baselli e Schiavon; in avanti Di Roberto, Di Carmine e Minesso.

Le squadre scendono in campo con una buona risposta del pubblico di casa. Colori rossoneri per il Lanciano, divisa gialla per il Cittadella.
Fase di studio nei primi minuti, con gli ospiti che guadagnano un angolo dal quale peró non riescono a costruire nulla di utile. Al 3′ Ciancio rimane a terra a causa di una testata involontaria di Turchi ed è costretto ad abbandonare il campo in barella. La Virtus preme sull’accelleratore e al 6′ trova il vantaggio: Volpe mette dentro per Piccolo che appoggia per Vastola solo soletto nell’area piccola; il tocco del centrocampista è dei più semplici ed il Lanciano è subito avanti. Passano due minuti e i veneti trovano il pareggio: Di Carmine arriva sul fondo e la mette dietro, dove trova Vitofrancesco che scarica un bel piattone respinto da Leali, sulla cui ribattuta peró Minesso appoggia il pallone in rete. La partita è vivace e i padroni di casa non ci stanno, continuando a spingere con forza. Al 13′ la Virtus torna avanti: cross dalla trequarti con la palla che sfila per tutta l’area di rigore finendo sui piedi di Volpe, la cui conclusione è perfetta e non lascia scampo a Cordaz. Al 18′ Amenta atterra un avversario al limite dell’area di rigore, concedendo una pericolosa punizione agli ospiti. Sulla palla va Vitofrancesco che sbaglia tutto, spedendo altissimo e fuori dallo specchio della porta difesa da Leali. Al 22′ piccolo fa impazzire la difesa ospite e dopo aver saltato un paio di avversari mette in mezzo, trovando peró sulla traiettoria la presa comoda di Cordaz. Leali torna protagonista al 28′, quando su punizione vola e devia la palla che scheggia la traversa. È il Cittadella a premere con più insistenza nella metà campo avversaria, con il Lanciano che trova difficoltà a ripartire, nonostante gli ottimi ritmi della gara. Ritmi che si abbassano alla mezzora, quando inizia a nevicare fastidiosamente. Proprio nel momento propizio al Cittadella la squadra casalinga trova il tris: Volpe indovina la palla per Vastola che scatta sulla linea del fuorigioco e la appoggia alla sua destra per Piccolo, che inizialmente colpisce il palo, ma sul successivo tentativo insacca per l’ennesima volta nella porta difesa da Cordaz. Il Cittadella sembra aver accusato il colpo, subendo svariate volte l’offensiva dei padroni di casa. Al 46′ Piccolo riceve dal limite dell’area e prova il sinistro di prima sotto la traversa, trovando peró pronto l’estremo difensore ospite. Non succede altro nella prima frazione di gara, con il parziale che da ragione ad un Lanciano assolutamente meritevole.

La ripresa inizia con un cambio da parte di Foscarini, che richiama in panchina Sosa e manda in campo Pellizzer. Il Cittadella comincia la seconda frazione con miglior piglio, rendendosi pericoloso in diverse occasioni. Al 6′ gli sforzi degli ospiti vengono premiati: Di Roberto fa tutto da solo ed insacca in rete, complice anche una deviazione di Almici sulla linea. Al 10′ secondo cambio per gli ospiti: dentro Busellato e fuori Vitofrancesco. Occasionissima Virtus al 12′: Mammarella batte su punizione e pesca Vastola che tenta di battere Cordaz, autore di un autentico miracolo. Gautieri cambia e richiama uno stanco Piccolo, gettando nella mischia Plasmati. Pericoloso il Cittadella al 16′ con Di Carmine che tenta la rovesciata dopo essersi smarcato ottimamente; palla fuori di un soffio alla sinistra di Leali. Altro cambio per il Lanciano: esce Turchi ed entra Fofana. La gara continua a rimanere su ottimi ritmi. Il Lanciano costruisce bene sull’asse Falcinelli-Plasmati, con quest’ultimo che di poco non beffa Cordaz in uscita. Foscarini gioca il tutto per tutto e richiama Minesso, inserendo Di Nardo. Terzo ed ultimo cambio anche per il Lanciano, fuori Falcinelli e dentro Paghera. Al 37′ Leali compie un altro miracolo e salva il Lanciano su ottima conclusione a giro di Di Nardo. L’arbitro assegna 5′ di recupero. Insidiosa conclusione di Biraghi al 48′, fuori com Leali comunque sulla traiettoria. Non succede altro con il Lanciano che porta a casa 3 punti meritati, nonostante gli incessanti tentativi del Cittadella nella seconda frazione di gara.

Il Tabelino.
VIRTUS LANCIANO: Leali; Almici, Aquilanti, Amenta, Mammarella; Vastola, Minotti, Volpe; Turchi (17’ st Fofana), Falcinelli (31’ st Paghera), Piccolo (13’ st Plasmati). A disposizione: Casadei, Rosania, D’Aversa, Scrosta. All: Carmine Gautieri.
CITTADELLA: Cordaz; Ciancio, Sosa (1’ st Pellizzer), Coly, Biraghi; Vitofrancesco (10’ st Busellato), Baselli, Schiavon; Di Roberto, Di Carmine, Minesso (26’ st Di Nardo). A disposizione: Pierobon, De Vito, Paolucci, Dumitru. All. Claudio Foscarini.
ARBITRO: Sig. Castrignanò della sezione di Roma, 1° ass. Sig. Cucchiarini di Città di Castello, 2° ass. Sig. Raparelli di Albano Laziale; IV° uff. Sig. Greco di Lecce.

Marcatori: 5’ pt Vastola, 7’ pt Minesso , 13’ pt Volpe, 38’ pt Piccolo; 6’ st Almici (aut.)

Ammoniti: Vastola, Falcinelli e Fofana per la Virtus Lanciano; Minesso e Schiavon per il Cittadella.

Calci d’angolo: 3-5 (2-1).

Recuperi: pt 3’; st 5‘.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy