Serie B, Como-Perugia 1-0: Ganz regala il 2° successo consecutivo

Riparte la Serie B con la prima giornata del girone di ritorno. Il Como ospita il Perugia e scende in campo con un 4-3-1-2: tra i pali Scuffet. Difesa con Ambrosini, Cassasola, Giosa e Jakimovski. Linea mediana composta da Barella, Fietta e Bessa. Dietro le punte Ganz e Gerardi troviamo Ghezzal. All. Festa. Rispondono i grifoni con un 4-5-1: in porta Rosati. Difesa con Belmonte, Volta, Comotto e Spinazzola. Tandem sulla media con Rizzo e Della Rocca. Dietro l’unica punta Ardemagni troviamo il tridente composto da Zapata, Drole e Parigini. All. Bisoli.

Como
Fonte immagine: Boban475

Gli umbri partono subito forti e sfiorano la rete con il terzino Spinazzola che tenta il cross dalla destra. L’assist diventa un tiro insidioso che, supera Scuffet, e colpisce la traversa. Poco dopo Parigini, da fuori area, impegna l’estremo difensore comasco costretto a respingere con i pugni. Primi minuti molto positivi per gli uomini di Bisoli, alla ricerca dei tre punti.

Gli ospiti continuo a fare gioco e tentano al quarto d’ora con Drole. Il laterale d’attacco si libera e punta il primo palo. Il numero 1, talento azzuro, respinge con sicurezza. Un minuto dopo replica immediatamente su Zapata deviando sul fondo. Grazie a Scuffet il risultato è ancora sullo 0-0. La risposta arriva dei padroni di casa arriva solo al 23′ con un tentativo di rovesciata da parte di Ganz che colpisce male, mandando la sfera oltre la traversa.

Inizia a farsi vedere con insistenza il Como, Rosati finalmente entra in partita. Al 36′ Ganz porta in vantaggio il club lombardo: Jakimovski crossa dalla destra per l’attaccante che incorna di testa. La conclusione è potente e precisa e si spegne sotto l’incrocio dei pali. L’estremo difensore, ex Napoli, può solo restare a guardare. 1-0 nel finale di primo tempo. 5 minuti dopo, sempre Ganz, libera Gerardi che calcia debolmente e con poca convinzione. La palla è centrale e Rosati blocca senza problemi. Dopo i 2 di recupero, Illuzzi fischia e decreta la fine della prima frazione di gioco.

Bisoli torna in campo con una sostituzione: Zapata esce per lasciar spazio a Di Carmine. Il Como riprende dall’attacco con Barella che tenta di destro mandando di pochissimo a lato. Il Perugia, dopo un ottimo inizio, non riesce più ad avere in mano il pallino del gioco. All’ora di gioco ancora Gerardi con il destro dal limite dell’area, ma Rosati para senza scomporsi. L’incontro è piacevole e ricco di capovolgimenti di gioco che si concludono con tentativi dalla distanza, tutti poco precisi.

A venti dalla fine, primo cambio anche per Festa che fa respirare Gerardi buttando Pettinari nella mischia. Rispond il tecnico avversario togliendo Della Rocca e mettendo Zebli. Al 73′ pericolosissima punizione battuta da Jakimovski: il terzino con il sinistro, dall’angolo destro dell’area, impegna Rosati che compie un miracolo, deviando in angolo. I grifoni tentano il tutto per tutto fancendo entrare Taddei al posto di Comotto. Un attaccante per un difensore, per provare ad acciuffare un pareggio sempre più lontano.

Il Como corre ai ripari: Festa inserisce Cristiani al posto di Ganz per dare più compattezza al centrocampo. Al 90′ fallo di reazione di Ambrosini che rimedia il secondo giallo. Illuzzi non ha dubbi e fa scattare il rosso. Il Perugia chiude in 10. 3 i minuti di recupero concessi. Nell’ultima azione, Pettinari da posizione favorevole calcia addosso a Rosati che concede l’angolo. 1-0 e Gnz che regala la seconda vittoria consecutiva alla formazione comasca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *