Serie B: Crotone raggiunto al 90’, vola il Novara. Bene Entella e Avellino

Pomeriggio dalle mille emozioni in Serie B con il Crotone che mantiene la testa della classifica ma sciupa una clamorosa chance di allungare in attesa delle partite di Cagliari e Bari.

Ferdinando Sforzini - Latina Fonte: Simone Gamberini
Ferdinando Sforzini – Latina
Fonte: Simone Gamberini

La squadra di Juric soffre a Latina e passa sotto nel primo tempo con il primo gol in campionato di Esposito che porta in vantaggio i nerazzurri sugli sviluppi di una palla inattiva. Poi nella ripresa la rimonta dei pitagorici con un calcio di rigore calciato e segnato da Matteo Ricci che ha portato anche all’espulsione di Ruben Olivera leader tecnico ed emotivo del Latina. Il Crotone completa la rimonta col solito Budimir in una azione confusa ma nel finale ancora in mischia arriva il gol di Acosty che fissa il punteggio sul 2-2.

Si ferma il Crotone ma non la corsa del Novara di Baroni. I piemontesi  vincono per 3-1 in casa del malcapitato Ascoli e centrano la quinta vittoria consecutiva in campionato. Il gol del vantaggio arriva ancora una volta con Galabinov che sfrutta l’ottima azione di Gonzales e batte Svedkauskas per la prima volta. Poi sarà lo stesso Gonzales a segnare il gol del 2-0 che mette in ginocchio l’Ascoli e fa partire una bordata di fischi dagli spalti del Del Duca. Nella ripresa arriva la reazione del Picchio con un calcio di rigore di Bellomo che però servirà a poco perché Nicolas Viola, tra i migliori centrocampisti del campionato per rendimento, segnerà il gol del definitivo 3-1. Il Novara adesso è secondo assieme al Cagliari.

In gran forma anche l’Entella che vince in maniera netta contro il Vicenza di Marino. La squadra di Aglietti va in vantaggio grazie ad un gol meraviglioso di Pedro Costa Ferreira che si gira in un fazzoletto e trova l’incrocio dei pali dal limite per il gol più bello di giornata. Poi il pari illusorio di Galano su rigore pareggia i conti ma la doppietta di Caputo (n gol su rigore e un altro in perfetta coordinazione di sinistro su cross di Keita) più il pallonetto di Masucci permettono alla Virtus di vincere per 4-1 e raggiungere a sorpresa la zona play off.

Nell’ultima partita di giornata l’Avellino espugna il Sinigaglia di Como con una gran punizione nella ripresa di Nitriansky e vince per la terza volta consecutiva. Il Como di Festa, sempre più ultimo in classifica, dista già 10 punti dalla zona play out e 11 da quella salvezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *