Serie B, Crotone-Ternana 3-0: gli ospiti chiudono in 9

Le formazioni scendono in campo per il 14° turno di Serie B. Il Crotone si presenta con il classico 3-4-3: tra i pali Cordaz. Difesa con Ferrari, Claiton e Yao Guy. Linea mediana con Belasa, Barberis, Capezzi e Budimir. Tridente offesivo composto da Ricci, Galli e Stoian. All. Juric. Risponde la Ternana, che deve tornare a vincere, con un più coperto 3-5-2: in porta Mazzoni. Difesa con Gonzalez, Meccariello e Masi. Folto centrocampo con Zanon, Busellato, Zampa, Falletti e Furlan. Tandem d’attacco con Ceravolo e Gondo. All. Breda.

Fonte: Crotoniate (Wikipedia)
Fonte: Crotoniate (Wikipedia)

Nei primi minuti le formazioni limitano a studiarsi, più propositivi i padroni di casa che tentano qualche incursione nella metà campo avversaria. La Ternana prova a rispondere guadagnando 3 calci d’angolo nel lasso di 120 secondi.

Al quarto d’ora sono ancora gli ospiti a proporsi in fasi offensiva con Masi e Gondo che si contendono il pallone e sprecano ingenuamente un’ottima occasione. Poco dopo Busellato ci prova dal limite dell’aria, accarezzando la traversa. Gli uomini di Breda stanno spingendo con più costanza dopo la vendetta dei tifosi rossoverdi sulle auto dei giocatori, impiastrate con le bombolette spray per le numerose sconfitte rimediate. Al 27′ la risposta di Budmir che supera Mazzoni, ma defilandosi troppo, non inquadra lo specchio della porta. A 5 dalla fine della prima frazione di gioco, ci prova ancora Gondo che entra in aria ma spara inspiegabilmente alto. Un minuto dopo Cordaz compie un miracolo su Ceravolo: l’attaccante scarica un potente diagonale rasoterra che viene deviato in corner da uno spunto felino dell’estremo difensore rossoblu. 2 minuti di recupero. 0-0 che sta stretto agli uomini di Breda che avrebbero meritato sicuramente il vantaggio.

Al Scida si torna in campo, i due club non apportano modifiche alle proprie formazioni. Nella ripresa la musica è sempre la stessa: al 53′ Ceravolo centra il palo. La punta calcia perfettamente, ma Cordaz si supera ancora deviando la sfera quel poco che basta per farla terminare sul legno. Poco dopo la Ternana resta in 10: Masi, per somma di ammozioni, riceve il cartellino rosso ed è costretto a lasciare i suoi in inferiorità numerica.

Al 65′ la situazione si fa drammatica per gli ospiti con una seconda espulsione: Maccariello stende Budimir, solo, davanti a Mazzoni. L’arbitro non ha dubbi e assegna il penalty. L’attaccante si incarica della realizzazione, ma l’estremo difensore para. Nonostante il tentativo fallito, nell’azione successiva, il Crotone trova il vantaggio con Barberis. Il centrocampista aprofitta di un bel cross di Balasa e mette alle spalle del portiere ternano. 1-0 grazie alla doppia superiotà numerica.

Ad un quarto d’ora dalla fine arriva anche il raddoppio. Galli pesca Budimir in area, la punta supera Mazzoni in uscita e regala il 2-0 facendosi perdonare per il rigore fallito. Ora, ai padroni di casa, resta solo gestire il risultato. I ritmi si abbassano e gli uomini di Juric controllano totalmente il gioco. L’arbitro decreta 3 minuti di recupero. Questo minutaggio extra viene sfruttato da Sabbione che sigla il definitivo 3-0. Palladino ruba palla a Signorelli e serve Sabbione, neo entrato al posto di Capezzi, che incrocia non lasciando scampo a Mazzoni. Triplice fischio e vittoria schiacciante della formazione calabra che accorcia le distanze dal Cagliari che deve ancora scendere in campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *