Serie B, pagellone 2014-2015: lo Spezia

Lo Spezia conclude il campionato di Serie B nuovamente ai play off per il secondo anno consecutivo.

Logo Spezia - Fonte immagine: Simone Gamberini
Logo Spezia – Fonte immagine: Simone Gamberini

I liguri guadagnano un bel 7 in pagella nell’analisi di fine anno. Nella stagione che si è appena conclusa, gli uomini di Bjelica, sfiorano nuovamente la massima competizione del calcio italiano uscendo ai quarti nei playoff come nel 2013-2014. Questa volta a infrangere i sogni dello Spezia è l’Avellino che si è imposto per 2-1. Il voto finale è positivo proprio per la conferma da parte del club che continua a lottare per traguardi importanti.

Analizzando i reparti notiamo un ottimo lavoro da parte degli estremi difensori e della linea di difesa: 40 le reti subite che collocano lo Spezia come quarta difesa della competizione. Si sono esaltati nel reparto proprio De Col e Piccolo che hanno concesso veramente poco agli attaccanti avversari. Bene anche il portiere argentino Chichizola, titolarissimo e mai sostituito. Il suo apporto è stato essenziale per chiudere la stagione in positivo rispetto alle 42 gare disputate.

Il centrocampo e il reparto offensivo non sono stati da meno: ben 59 le reti totalizzate, terzo miglior attacco insieme al Carpi, primo e promosso in Serie A. Catellani chiude con 19 realizzazione in vetta alla classifica cannonieri condivisa con Granoche e Cocco. Molto più staccato Giannetti con solo 7 reti. L’acquisto di Nenè dal Cagliari non si è rivelato vincente: il brasiliano è andato a segno solo 3 volte in 14 match disputati, un po’ poco per un attaccante di proveniente dal campionato maggiore.

Lo Spezia ha guadagnato a pieni voti la quinta posizione che è valsa l’accesso ai playoff, anche questa volta chiusi troppo in fretta. Lo scorso anno il Modena si impose 1-0 eliminando i liguri, quest’anno l’Avellino non ha lasciato scampo, rifilando un pesante 2-1. Il derby con l’Entella ha visto vincere al ritorno per 2-0 i bianocelesti che si sono vendicati della sconfitta per 1-0 rimediata all’andata.

La squadra è pronta, ma manca ancora quello sprint finale decisivo per ambire a grandi traguardi. La società ha imboccato la strada giusta, il prossimo anno potrà essere quello della svolta e del salto di qualità che meriterebbe il club per quello che è stato fatto fin ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy