Serie B, Varese-Siena finisce 2-0

Il Siena perde al Franco Ossola per due reti a zero.

credit foto AC Siena
credit foto AC Siena

Primo tempo: al 2’ Neto Pereira sfugge a Belmonte e si presenta da solo davanti a Lamanna che in uscita aggancia i piedi del capitano biancorosso: è rigore netto con espulsione del portiere, per aver impedito fallosamente una chiara occasione da gol, ma per il direttore di gara è tutto regolare. La clamorosa svista non scoraggia il Varese che vuole i tre punti: i padroni di casa sono tatticamente molto ordinati, con un 4-4-2 pratico ed esemplare ma il Siena si difende bene e, appena può, riparte in contropiede. Al 15’ Gavillucci annulla, correttamente, un gol di Giacomazzi, in fuorigioco, mentre al 27’ un errato retropassaggio dell’ex Grillo per poco non dà il vantaggio agli ospiti, che però non approfittano.  Il Siena ringrazia il portiere Lamanna, che respinge un sinistro da fuori di Barberis e poi un’altra iniziativa di Forte. L’occasione più limpida capita al 20’ quando il Varese non sa approfittare di un un contropiede in superiorità numerica (cinque contro quattro). Ma gli uomini di Bettinelli non si stufano di spingere e si conquistano il calcio di rigore con lo scatenato Forte, trattenuto da Bedinelli, che incomincia a strattonare la punta di casa fuori area. Sul dischetto va Pavoletti che mette nel sacco il ventesimo gol personale. È il 23’ ma la partita non è finita perché, venti minuti più tardi, il Siena ha l’occasione per pareggiare perché Grillo atterra Rosina in area e Gavillucci concedere il rigore alla squadra di Beretta. Rosina è però impreciso  e la palla finisce sul palo. La gara, che era incominciata con un penalty netto non fischiato, si chiude con il terzo rigore: l’ottimo Forte si fa atterrare da Feddal, espulso, e Falcone segna il 2-0, che non è sufficiente però per conquistare la salvezza diretta, visto che il Cittadella ha pareggiato a Lanciano. Il finale è amaro per il Varese, a cui spetta ora il playout con il Novara, e soprattutto per il Siena, che perde i playoff per la Serie A.

Avatar

Andrea Antoniacomi

Mi chiamo Antoniacomi Andrea, sono di Cortina d'Ampezzo ma sono nato a Pieve di Cadore il 23 febbraio del 1990. Diplomato presso l'istituto "Leonardo da Vinci" di Belluno con il voto di 80/100, dal 2011 studio a Milano presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore, nel corso di scienze della comunicazione politica e sociale. Il mio sogno è di diventare un giornalista, prima pubblicista e poi professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy