Ternana-Frosinone 0-1, Frara segna e fa sognare: Ciociari secondi in classifica

Nel turno infrasettimanale di serie B, la Ternana ospita in casa il Frosinone.

Curva Nord Frosinone Fonte: Simone Gamberini
Curva Nord Frosinone
Fonte: Simone Gamberini

Entrambe le squadre sono alla ricerca del successo, ma con obiettivi differenti: i rossoverdi per rimanere in serie B, i Ciociari per continuare a sperare nella serie A. Da sottolineare come la Ternana sia la squadra “peggiore” in casa nel campionato cadetto, mentre il Frosinone la migliore con un’unica sconfitta, proprio ad opera del club allenato da Tesser.

Primo tempo. Prende subito possesso del campo il Frosinone, che al 7′ si porta in vantaggio con l’ex della serata, Alessandro Frara. Il gol tuttavia sortisce effetto positivo sui calciatori della Ternana, che riescono a chiudere i Ciociari nella loro area, attaccando in maniera continuativa, ma non precisa. Sfortunata al 14′ quando Valjent prende in pieno il palo alla destra di Pigliacelli. Ma contenuta anche dall’ottima prova offerta dal reparto offensivo Ciociaro, presieduto da Blanchard e Bertoncini. I primi 45 minuti di concludono con il Frosinone in vantaggio e secondo in classifica dopo il Carpi.

Secondo tempo. Ancora arrembante la squadra di Tesser, ma attento il Frosinone a non concedere nulla. Al 55′ episodio dubbio in area di rigore ciociara: presunto fallo di mano di Cosic, non sanzionato dal direttore di gara. 64′ clamorosa occasione per Vitale: gran tiro alla destra della porta gialloblù, ma Pigliacelli, ben posizionato, respinge. 69′ Gucher, appena entrato al posto di Gori, sfiora il raddoppio. Tiro debole, ma di poco fuori. Canarini tutti in difesa, pronti a ripartire in caso di passi falsi. All’80′, infatti, Daniel Ciofani percorre mezzo campo, superando i calciatori neroverdi, arriva in area, ma viene atterrato da Meccariello e l’arbitro non sanziona. Altro episodio dubbio, come quello del 55′. Da questo momento in poi tutta la Ternana in attacco: 38′ occasionissima per  Avenatti che, solo davanti a Pigliacelli, colpisce di testa e la manda fuori. In pieno recupero un altro colpo di testa, meno forte, ma molto insidioso di Ceravolo mette in difficoltà la retroguardia della squadra di casa. Pigliacelli attento. Termina così il match che porta alle stelle il Frosinone: complice la sconfitta inaspettata della Pro Vercelli, i Canarini sono secondi, da soli, dietro il Carpi, qualificatosi per la prima volta in serie A. La Ternana, dal canto suo, perde punti preziosi per la salvezza; nonostante la buona prova dimostrata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy