Affare Pogba, slitta l’accordo! Tra domanda ed offerta ballano 20 milioni

Se son rose fioriranno. Ma la fioritura sembra ancora lungi da venire. Come tutti gli affari di una certa rilevanza sembra infatti destinata ad andare per le lunghe la trattativa che, con ogni probabilità, porterà Pogba lontano da Torino. Direzione? Difficile ad oggi dirlo con certezza. Sul giocatore, come noto, è forte l’interesse del Manchester United. Ma nelle ultime ore sembra tornato a farsi sotto il Real Madrid. Per la gioia della Juventus ovviamente. Solo ieri sembrava infatti imminente l’approdo del giocatore francese alla corte di Mourinho. Poi qualcosa non è andata per il verso giusto. I Red Devils, nonostante le smentite di rito da parte della dirigenza bianconera, hanno messo sul tavolo un’offerta da 101 milioni che già di per se sarebbe sufficiente a far balzare l’affare in cima alla lista dei più onerosi mai conclusi nella storia del calcio. Ma le cifre circolate nei giorni scorsi hanno evidentemente ingolosito la Juventus che così ha rispedito cordialmente l’offerta al mittente specificando di tornare a battere cassa esclusivamente quando l’assegno sarà da 120 milioni di euro. Strategia? Ovviamente si. Sebbene sia vero che il Real ha provato a turbare la trattativa è altrettanto vero che l’interesse di Florentino Perez per il giocatore si è affievolito, per non dire che è scemato, dopo il deludente europeo di Polpo Paul. Difficile dunque che le Merengues arrivino ad offrire certe cifre. Inoltre c’è poi il fatto che Pogba ha già raggiunto l’accordo con lo United per un quinquennale da 12 milioni netti a stagione. Come finirà allora? Che al 90% il francese si trasferirà a Manchester. Ma perché la cosa diventi ufficiale servirà probabilmente molto più tempo di quanto si creda. Del resto questo è il mercato baby.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *