Allo Juventus Stadium è 0-0, la traversa e Sergio Rico bloccano la Juve all’esordio in Champions

Un Siviglia molto ordinato si presenta allo Juventus Stadium per portare via un punto prezioso dalla trasferta più insidiosa del proprio girone, e tanto riesce agli spagnoli e al loro allenatore Sampaoli, bravo a preparare una partita attenta e concentrata sotto il punto di vista tattico, puntando tutto sul giro palla prettamente iberico e sul rispetto delle posizioni in campo. La squadra di Allegri nel primo tempo cade nella trappola degli avversari e viene risucchiata bloccata dalla fitta rete di passaggi dei tre volte vincitori dell’Europa League, mentre nella ripresa riesce a trovare trame di gioco più fluide, anche grazie al passo più compassato degli andalusi, senza però riuscire a trovare il guizzo vincente. Nel Siviglia in evidenza le prove dell’ex Milan Rami e del centrocampista N’Zonzi, bravo sia in fase di interdizione che di impostazione; per i bianconeri prestazione dinamica di Dani Alves, Dybala dispensa fantasia e Chiellini è onnipresente.

Fonte: Viciovillano (Wikipedia.org)
Fonte: Viciovillano (Wikipedia.org)

Primo tempo. Allegri schiera la sua Juventus con il classico 3-5-2, sorprendente l’esclusione di Pjanic dalla rosa dei titolari, mentre il Siviglia di Sampaoli risponde con un 4-3-3 con l’ex Palermo Vazquez punta. Parte subito forte la squadra di casa, all’8’ Higuain è veloce nel rubare palla e servire Dybala all’altezza del cerchio di centrocampo, l’argentino a sua volta suggerisce per Khedira che stringe troppo la conclusione e la palla sfila alla destra del palo. Sette minuti più tardi è sempre Dybala, stavolta con una fantastica acrobazia da terra, a servire ai trenta metri il solito Khedira , il tedesco entra in area e pressato da Escudero scarica dritto fra i guanti di Sergio Rico. Partita lenta allo Juventus Stadium, i ragazzi di Sampaoli prediligono di gran lunga il giro palla orizzontale a quello verticale, congelando il possesso palla a loro favore e bloccando il primo tempo; le sortite offensive della Juve sono infatti affidate a recuperi sul giro palla spagnolo o a conclusioni da lontano mai veramente pericolose. È solo al 27’ che il Siviglia si fa vivo dalle parti di Buffon : un tiraccio di controbalzo di Escudero da fuori area viene bloccato a terra dal portierone bianconero. Una disattenzione in disimpegno della retroguardia per poco non costa molto al Siviglia, quando al 30’ in azione in uscita con rilancio da parte del portiere spagnolo viene intercettato di testa da Khedira che trova Higuain al limite dell’area, il Pipita sponda per Dybala che cerca di superare  Sergio Rico con una piroetta volante, l’estremo difensore è però molto attento in uscita e la palla dopo un batti e ribatti finisce sul fondo.

Secondo Tempo. Ripresa senza cambi  da parte dei due allenatori. Nella seconda metà il contenimento messo in atto dal Siviglia perde di ritmo, le maglie si aprono e la Juventus può sfruttare gli spazi che le vengono concessi. Ancora Dybala ad inventare di esterno sinistro, apertura per Dani Alves che fa partire un cross intercettato da Higuain con uno stacco perentorio,  solo la traversa nega la gioia al Pipita al 59’. La Juve insiste sull’out di destra, al 68’ Dani Alves è protagonista di una scorribanda che si conclude con una palla tesa in mezzo all’area, questa volta però non arriva nessuno a deviare verso lo specchio della porta. La squadra di Allegri fiuta il vantaggio e continua a spingere sull’acceleratore negli ultimi minuti del match : all’80’ tocca infatti a Pareja salvare su Higuain pronto a girare sotto porta dopo  l’assist del subentrato Pjanic, bravo a liberarsi del rispettivo avversario con un numero pregevole; nel tempo di recupero è invece l’estremo portiere del Siviglia a bloccare in gola l’urlo ai tifosi dello Stadium, quando l’ennesimo traversone di un ottimo Dani Alves trova la testa del connazionale Alex Sandro che gira verso l’angolino basso, Sergio Rico si distende alla propria destra e con i pugni blocca il punteggio sullo 0-0.

Tabellino :

Juventus (3-5-2): Buffon 6, Barzagli 6.5, Bonucci 5.5, Chiellini 7, Dani Alves 7, Khedira 5.5, Lemina 5.5, Asamoah 6 (dal 68′ Pjanic 6), Evra 5.5 (dal 68′ Alex Sandro 6.5), Dybala 6.5 (dal 86′ Pjaca s.v.), Higuain 5.5. All. Allegri 6.
Siviglia (4-3-3): Rico 6.5, Mercado 6, Rami 7, Pareja 6.5, Escudero 6, N’Zonzi 7, Sarabia 5 (dal 63′ Correa 6), Kranevitter 6 (dal 78′ Mariano s.v.), Iborra 5.5, Vitolo 5, Vazquez 6.5 (dal 91′ Carriço s.v.). All. Sampaoli 7.
Ammoniti : N’Zonzi al 37′, Iborra al 41′, Rami al 45’+1 (S).
Arbitro : Aytekin (Germania)