Argentina: retrocede il Nueva Chicago, salvi Huracan e Tempelrey

Dopo i verdetti arrivati nella giornata di ieri per le prime posizioni, il campionato argentino si è chiuso oggi con gli ultimi tre incontri, quelli che vedevano coinvolte le squadre impegnate per la lotta salvezza. Ad avere la peggio, alla fine, è il Nueva Chicago che retrocede in Primera B insieme al Crucero del Norte.

Curva Huracan Fonte: ByProAir (Wikipedia.org)
Curva Huracan
Fonte: ByProAir (Wikipedia.org)

 Non basta la quinta vittoria consecutiva al Nueva Chicago per riuscire a mantenere la categoria. All’Estadio República de Mataderos serve a poco il successo contro il Quilmes: 2-1 il punteggio finale in un incontro in cui gli uomini di Ruben Forestello hanno dato tutto per trovare una vittoria che serviva per sperare contro il Cervecero, arrivato all’incontro senza vere motivazioni.

La determinazione de El Torito si vede dopo sin dall’inizio e al nono minuto arriva il gol del vantaggio con il solito Tano Gagliardi, all’undicesima marcatura in campionato con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La situazione per gli ospiti si complica alla mezz’ora quando Uglessich viene espulso per doppia ammonizione ma, nonostante ciò, prima dell’intervallo arriva il gol del pari con Brana che, approfittando della giocata straripante di Canelo sulla destra, batte Lanzillotta con un facile tap in.

Nella ripresa, i ritmi di gioco sono più bassi ma il Nueva Chicago trova la forza per reagire e ad un quarto d’ora dal termine torna in vantaggio con Maurizio Carrasco che, servito a tu per tu con Walter Benitez, non sbaglia. Il suo gol, però, serve a poco visto che el Torito retrocede ma sotto gli applausi del pubblico di casa, orgoglioso di una squadra che ha creduto fino alla fine alla salvezza.

Chi, invece, riesce a restare in Primera Division sono l’Huracan ed il Temperley: per le due squadre bastava appena un punto per mantenere la categoria e, con il minimo sforzo, hanno raccolto il risultato.

Al Parque Patricios l’Huracan pareggia per 1-1 contro il Belgrano, al quale serviva una vittoria per raggiungere la Liguilla Pre Libertadores. Risultato che fa contento il Globo, inizialmente in svantaggio per il gol di Zelarayan, ma che riesce ad agguantare il pari nel finale di primo tempo con lo sfortunato autogol di Perez che, su cross dalla destra, devia il pallone nella propria porta. Nella ripresa le occasioni scarseggiano e al fischio finale l’Huracan può festeggiare la salvezza mentre il Belgrano si accontenta della Liguilla Pre Sudamericana.

Infine pari a reti bianche tra Temperley e Argentinos Jrs in un match scarso di occasioni con l’emozione maggiore arrivata per la sospensione temporanea nella ripresa per il black out all’impianto elettrico dello stadio. Complice anche un forte acquazzone, le due squadre non si sono fatte male, con un punto che fa contenti tutti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *