Argentina: torna a vincere il San Lorenzo, Belgrano terzo

Il diciassettesimo turno del campionato argentino comincia con le vittorie di San Lorenzo e Belgrano che fanno notevoli passi avanti in classifica in attesa delle partite delle altre big.

Fonte: Mundo Belgrano (Flickr.com)
Fonte: Mundo Belgrano (Flickr.com)

Il Ciclon vince una partita dominata contro un Arsenál che nonostante buone idee difensive non riesce ad arginare le giocate di uno scoppiettante Buffarini e di un incontenibile Sebastian Blanco, figura del partido di questa notte di Boedo. Il giovane talento azulgrana sblocca la partita dopo pochissimi minuti e fa cadere immediatamente ogni certezza difensiva del Viaducto: palla dentro di Villalba, Cauteruccio e la difesa dell’Arsenál lisciano il pallone e sul secondo palo arriva Blanco che deposita in gol di testa a porta vuota.

Poco più tardi arriva il raddoppio del San Lorenzo grazie ad un’intuizione geniale del Pipi Romagnoli che con un filtrante d’altri tempi imbecca Cauteruccio, bravo con un tocco da centravanti puro a mettere a sedere Andrada.

Nel secondo tempo l’Arse paga la propria timidezza sotto porta e viene definitivamente messo al tappetto da un autogol di Curbelo su tiro ciccato del solito Blanco. Questa vittoria permette al Ciclon del Paton Bauza di tornare in vetta della classifica in attesa del responso della gara di questa sera tra Quilmes e Boca Juniors che potrebbe far tornare gli xeneizes al comando.

Nelle zone alte della classifica vince come detto anche il Belgrano che strappa tre punti d’oro al Banfield nella sua cancha e si appropria momentaneamente di un terzo posto utopistico alla vigilia del torneo.

Un tempo per parte ma alla fine la spunta il Pirata: non bastano 45’ di gran livello al Taladro di Matias Almeyda che passa in vantaggio con un calcio di rigore segnato da Vittori legittimando una superiorità evidente in campo. Nella ripresa i cambi del Ruso Zielinski danno una marcia in più al Belgrano che ritrova ritmo e giocate offensive: gli ingressi di Parodi e Marquez liberano spazi al talento del Chino Zelarrayan che con un gran gol al minuti 73 impatta il risultato e rimette tutto in discussione.

Poco più tardi il Belgrano riuscirà anche a completare la rimonta grazie ad un calcio di rigore di Lema che permette al Pirata di scavalcare quantomeno per qualche ora il River Plate di Gallardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy