Brasileirao: il Vasco si aggiudica il classico dos Milhoes, vince l’Inter

Dopo la clamorosa debacle del San Paolo che nel tradizionale derby paulista perde 4-0 in casa del Palmeiras consentendo allo Sport Recife di restare in vetta nonostante il pareggio maturato sabato contro la Chapecoense, il nono appuntamento con il Brasileirao si conclude con le vittorie di Internacional e Vasco su Santos e Flamengo.

Stadio dell'Internacional -
Stadio dell’Internacional –

Alle 23.30, nella meravigliosa cornice del Gigante da Bela-Rio, Internacional e Santos si fronteggiano senza esclusione di colpi, nonostante la vittoria di misura conquistata dal Colorado. Le due squadre si studiano a lungo cercando la chiave per poter infrangere l’equilibrio del match, in fase di stallo.

Allo scoccare del 77′ a fare la differenza è come sempre Valdivia, interprete di una spettacolare punizione battuta dal limite dell’area che spiazza completamente il portiere, che intuisce la giusta traiettoria del pallone senza riuscire ad opporsi in modo decisivo alla conclusione precisa ed angolata dell’interessante trequartista classe 94′ che continua a far parlare di sé in questo campionato. Incapace di reazione, il Peixe, dal 79′ costretto a giocare in inferiorità numerica per la doppia ammonizione di Braz, si piega alla forza dell‘Inter, che torna alla vittoria portandosi a metà classifica a quota 13 punti insieme alla Chapecoense; minima e facilmente colmabile la distanza del Santos, che resta a 10 a pari merito con il Cruzeiro.

Il match conclusivo della nona giornata di Brasileirao vede imporsi il Vasco, che seppur con una vittoria di misura, estrae dal cilindro una buona prestazione e si lascia alla spalle le quattro sconfitte consecutive  costringendo il Flamengo alla resa, aggiudicandosi il ‘Classico dos Milhoes’. All’Arena Pantanal la gara si fa subito vivace e divertente con il Vascao che si dispone ottimamente in campo, gioca palla in modo veloce e riesce a comprimere il Fla nella propria trequarti. Tanta qualità, forza e determinazione nelle giocate del Vasco, che dopo una serie di conclusioni poco precise, riesce a trovare lo specchio della porta al 16′: la manovra nasce da una volata di Medson Anderson Pico, con quest’ultimo lesto a verticalizzare per Riascos che di testa sigla il vantaggio dei padroni di casa.

Nonostante l’1-0, l’equipe di Celso Roth non abbassa minimamente la guardia e dimostra anche un buon assetto difensivo neutralizzando le sporadiche progressioni offensive propiziate da Paulinho e Canteros, poco lucido e preciso in fase di finalizzazione. Sempre costante, anche nella seconda frazione di gara, l’andamento del Gigante da Colina, vicinissimo ancora una volta con Riascos, migliore in campo, al raddoppio che avrebbe consentito di chiudere facilmente e senza affanni la pratica Flamengo. Poco organizzato, privo di un lineare schema di gioco, il Rubronegro finisce per inchinarsi al Vasco che, seppur uscito vittorioso dal Classico, resta comunque penultimo in classifica ancorato in zona retrocessione con soltanto 6 punti all’attivo; poco dissimile la situazione del Fla, che occupa con 9 punti la quartultima posizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy