Bundesliga, Werder salvo col fiatone, festa Bayern

Se i giochi per la vetta erano ormai fatti, altrettanto non si poteva dire per quello che riguardava la zona salvezza e quella Europa, dove le emozioni non sono mancate.

Weserstadion, casa del Werder Brema - Fonte: Daniel FR (Wikipedia)
Weserstadion, casa del Werder Brema – Fonte: Daniel FR (Wikipedia)

Si parte dal fondo e a gioire sono i biancoverdi di Brema: dopo una partita tiratissima, lo scontro diretto per la salvezza si risolve al minuto 88’ quando, Djilobodji segna la rete dell’1-0 che consente al Werder di battere l’Eintracht Francoforte in casa. La sconfitta per gli ospiti brucia doppiamente poiché, in caso di pareggio, a giocarsi lo spareggio per non retrocedere sarebbe stata proprio la formazione allenata da Skripnik. Eintracht, quindi, terzultimo e che dovrà attendere la gara da dentro-fuori con il Norimberga per decretare chi il prossimo anno farà compagnia a Stoccarda (3-1 dal Wolfsburg che non aveva nulla da chiedere al campionato) e Hannover (già retrocesso e sconfitto dal Bayern campione) in Zweite Liga.

I bavaresi hanno infatti festeggiato il titolo numero 26 davanti ai propri tifosi, aumentando la distanza dal Dortmund secondo classificato che oggi ha pareggiato 2-2 contro il Colonia (pari di Reus a 15’ dalla fine).

In zona Europa, invece, il Leverkusen conquista l’accesso diretto alla Champions League battendo 3-2 l’Inglostadt non senza fatica, mentre ai preliminari va il Moenchengladbach grazie al 2-0 esterno ai danni del Darmstadt. Per l’Europa League a qualificarsi sono Schalke (4-1 sull’Hoffenheim), Mainz ed Herta che decidono di non farsi male nello scontro diretto (0-0). Termina 3-1 per gli ospiti, infine, la gara tra Augusta e Amburgo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *