Champions League: Monaco corsaro a Londra, superato il Tottenham per 1-2

Sfida dai molti temi quella del Girone E di Champions League tra Tottenham e Monaco. Gli Spurs vogliono dimostrare che il terzo posto della scorsa Premier League non è stato solo merito del crollo delle altre big; per i monegaschi è una grossa occasione per tornare protagonisti anche in Europa. I due tecnici usano moduli speculari: entrambe le formazioni sono disposte in campo con il 4-2-3-1, con i ruoli di protagnisti affidati alle rispettive prime punte Harry Kane e Radamel Falcao.

Thomas Lemar - Fonte: Вячеслав Евдокимов (Wikipedia)
Thomas Lemar – Fonte: Вячеслав Евдокимов (Wikipedia)

La gara fa si mostra subito tesa con Dirar costretto a lasciare il campo dopo 5 minuti per un infortunio di gioco. Al suo posto entra Lemar. La prima occasione è per il Tottenham: cross dalla destra di Kane che trova dall’altro lato Son Heung-Min, ma la conclusione del sudcoreano viene respinta a due passi dalla porta da Raggi. I padroni di casa continuano a spingere, ma è il Monaco a trovare la rete del vantaggio al 15′: Lamela perde un contrasto a metà campo, la palla finisce tra i piedi di Bernardo Silva che si fa spazio tra la difesa del Tottenham e mette la palla sul secondo palo con un tiro a giro. La rete ha spostato gli equilibri della gara, con gli ospiti che provano maggiormente la manovra ed i padroni di casa che si affidano al contropiede. Uno di questi ribaltamenti di fronte avviene al 28′ con Kane lanciato verso la porta, ma la tempestiva chiusura di Glik vanifica tutto. Neanche questo funziona per il Tottenham, perchè è il Monaco a trovare ancora una volta la rete: Sidibe mette la palla in area con un cross dalla sinistra, Falcao salta di testa ed il suo colpo rimbalza tra i difensori avversari, ma ne approfitta Lemar che mette la sfera tra la traversa e le mani di Lloris. Al 32′ è 0-2 per i monegaschi. Un duro intervento di Kane su Fabinho nella propria metà campo vale per l’inglese il primo cartellino giallo dell’incontro. Continua la spinta dei francesi nel tentativo di chiudere del tutto l’incontro, ma prima Glik e poi Lemar mancano l’appuntamento con il gol. A cinque minuti dalla fine il Tottenham si riappropria del pallino del gioco, ma ora la manovra degli Spurs è lenta e macchinosa. Lo spunto vincente però arriva: al 44′ Lamela mette la palla in mezzo su calcio d’angolo, Alderweireld si smarca agilmente e di testa mette la sfera nel sette. Lamela regala un’altra perla all’ultimo minuto di recupero dei tre concessi dall’arbitro, ma il suo pallone tagliato al centro manca di poco il tap in di Dele Alli e finisce tra le mani di Subasic.
Primo tempo divertente, che ha visto il Tottenham più in difficoltà di quanto ci si aspettasse. Il Monaco è stato abile nel sfruttare gli errori commessi dai padroni di casa.

Erick Lamela - Fonte: Jon Candy (Wikipedia)
Erick Lamela – Fonte: Jon Candy (Wikipedia)

La ripresa inizia con un cambio per gli Spurs: Son Heung-Min rimane negli spogliatoti ed al suo posto entra in campo Dembele. La prima occasione è sul destro di Dele Alli dopo solo due minuti, ma la sua conclusione da fuori viene messa in angolo da Subasic. Il centrocampista inglese è indemoniato in questo inizio di secondo tempo e si guadagna anche una punizione dai 25 metri e l’ammonizione per Glik. Eriksen però non sfrutta il calcio piazzato. Continua il forcing dei padroni di casa e anche Fabinho è costretto a prendersi un cartellino giallo. Dopo i primi minuti la gara si è assestata su ritmi più blandi, ma con il Tottenham sempre padrone del gioco e alla ricerca del pareggio. Al 70′ Pochettino si gioca la carta Janssen, inserendolo al posto di Lamela. Il continuo assalto al fortino monegasco produce poco fino al 76′ con un tiro dalla distanza di Dele Alli che Subasic para senza fatica. Due minuti e stavolta è Kane a cercare la rete, ma ancora il portere del Monaco si fa trovare pronto dopo la conclusione dell’attaccante da 10 metri. Sostituzione per entrambe le formazioni: il Tottenham prova l’ultima carta Sissoko, entrato al posto di Dier; per i francesi Germain subentra a Falcao. L’ex Newcastle ha l’occasione di lasciare il segno sull’incontro quando al 86′ viene lanciato in porta da Kane, ma l’anticipo del portiere avversario coi piedi vanifica tutto. Niente da fare anche negli ultimi minuti, compresi i tre di recupero: il Monaco rientra da Londra con i primi tre punti del Girone E.

IL TABELLINO
TOTTENHAM 1-2 MONACO
Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Walker, Alderweireld, Vertonghen, Davies; Dier (dal 81′ Sissoko), Dele Alli; Lamela (dal 70′ Janssen), Eriksen, Son Heung-Min (dal 46′ Dembele); Kane. A disp.: Carter-Vickers, Trippier, Vorm, Wanyama. All.: Mauricio Pochettino.
Monaco (4-2-3-1): Subasic; Raggi, Glik, Jemerson, Sidibe; Fabinho, Bakayoko; Dirar (dal 5′ Lemar), Joao Moutinho, Bernardo Silva; Falcao (dal 81′ Germain). A disp.: Jean, Toure, De Sanctis, Traore, Diallo. All.: Leonardo Jardim.
Marcatori: 15′ Bernardo Silva, 32′ Lemar (M); Alderweireld (T)
Ammonizioni: Kane (T), Glik, Fabinho (M)
Espulsioni: –