Champions League, parla Simeone: “Abbiamo fatto la partita che volevamo”. E sull’Inter…

Diego Simeone, in seguito alla vittoria in casa dell’Atletico Madrid sul Bayern Monaco per 1-0, non potrebbe essere più soddisfatto della sua squadra.

Fonte: maeve_ab9 (flickr)
Fonte: maeve_ab9 (flickr)

Il Cholo, almeno per il momento, ha compiuto un’impresa, ha commentato così il match: “Mi aspettavo una partita del genere, bellissima, con due squadre con caratteristiche completamente diverse. Nel primo tempo abbiamo fatto la partita che volevamo, e anche molto bene, mettendo molta pressione al Bayern. Nel secondo tempo è andata esattamente al contrario, loro hanno fatto meglio e hanno avuto diverse opportunità per pareggiare”. Nonostante l’importanza e il valore del ritorno di martedì prossimo, l’allenatore dedica tutte le sue energie prima alla partita di campionato: “Dobbiamo pensare al Rayo Vallecano, sabato, poi arriverà una bellissima gara dove loro faranno il gioco di sempre, in un bellissimo stadio, con molto spazio per noi . Vediamo chi riesce a leggere meglio la partita e chi approfitta meglio della palla o degli spazi”. I Colchoneros, infatti, vivono uno splendido periodo anche in campionato: si contendono la prima posizione e la vittoria dello scudetto con il Barcellona (e il Real Madrid a una sola lunghezza). Simeone all’Atletico, al di là di come andrà a finire in Champions e in campionato, è stato in grado di compiere un capolavoro, ma pensare al futuro è d’obbligo e il tecnico negli ultimi tempi parla spesso dell’Inter: “Sono orgoglioso di essere qui e sono dove voglio stare, ma sono un allenatore giovane e prima o poi andrò a Milano. In Italia sono stato 7-8 anni, qualcosa mi è rimasto di tutti gli allenatori che ho avuto, e mi ha fatto pensare a questo tipo di gioco che faccio. Non è un’idea solo italiana, ma generale: sono argentino ma ho giocato anche in Spagna, sono riuscito a prendere le cose migliori da ogni posto in cui sono stato. All’Atletico siamo più adatti a questa forma di gioco e va bene così per il momento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *