Esclusiva-Eleonora Marini: “La Lazio meritava la Champions più dell’Inter”

Da alcuni anni quello di Eleonora Marini è uno dei volti di riferimento per i tifosi di Roma e Lazio. Dopo una lunga gavetta tra tv locali e radio capitoline, infatti, Eleonora è approdata a Sport Mediaset occupandosi proprio di giallorossi e biancocelesti. Soccermagazine ha contattato dunque la giornalista per discutere di alcuni temi che hanno interessato le due squadre di Roma nell’annata appena conclusa:

Eleonora Marini - Fonte immagine: ele_emme85, Instagram
Eleonora Marini – Fonte immagine: ele_emme85, Instagram
Sia la Roma sia la Lazio hanno come allenatori dei rispettivi ex giocatori, ma ancora agli inizi della carriera in panchina: conoscere l’ambiente può supplire alle eventuali mancanze tecniche?
Conoscere l’ambiente, soprattutto in una piazza calda come quella di Roma, può rappresentare assolutamente un vantaggio per un tecnico, soprattutto in chiave di comportamenti, di atteggiamenti e a livello di comunicazione con l’esterno.

Quest’anno si è celebrato molto il Napoli perché si è giocato lo scudetto fino alla fine, rimanendo però a mani vuote al pari della Roma, che ha raggiunto la semifinale di Champions. Secondo te è stata migliore la stagione degli azzurri o quella dei giallorossi?
Difficile paragonare il percorso delle due squadre che, a mio avviso, va elogiato in entrambi i casi. Dovendo scegliere, elogerei maggiormente la Roma perchè ha sfiorato un’impresa storica e ha raggiunto l’obiettivo delle semifinali di Champions League con un allenatore giovane e alla sua prima esperienza in questa competizione.

Col senno di poi, è stato giusto far giocare De Vrij in Lazio-Inter?
Sì. Simone Inzaghi ha difeso e argomentato ampiamente questa scelta; parliamo di giocatori professionisti che dunque sono chiamati a dare il massimo in ogni singola gara, anche a prescindere dal mercato e dagli scenari futuri.

Per il bene del calcio italiano è stato meglio veder qualificarsi in Champions l’Inter, più propensa ad investire sul mercato rispetto alla Lazio?
Per quello che abbiamo visto nel corso della stagione credo che la Lazio meritasse maggiormente di giocare la Champions League il prossimo anno; nel caso in cui si fosse qualificata, ritengo che la società avesse messo in conto d’investire e di presentarsi all’altezza per disputare la competizione.

Con il ritorno di Balotelli in Nazionale, la titolarità azzurra di Immobile viene messa in discussione o i due possono giocare insieme? La coppia Immobile-Belotti fu molto criticata.
Non mi sento di escludere a priori un utilizzo di Balotelli e Immobile insieme. Il primo, se gestito correttamente soprattutto a livello umano, può dare ancora molto alla Nazionale. Il secondo ha dimostrato di essere un vero bomber nel corso di questa stagione dunque credo possa dare ancora tanto con la maglia azzurra.

Come previsto anche dal suo agente, Buffon ha conosciuto un addio meno “passionale e focoso” di quello di Totti. È forse la troppa emotività delle piazze di Roma e Napoli a concedere puntualmente qualche scivolone nel corso della stagione?
Il bello del calcio sta anche nell’emotività. Ben vengano gli addii passionali e coinvolgenti.

Da qualche anno a questa parte molte notizie vengono fornite direttamente dai profili Facebook, Twitter ed Instagram di calciatori e allenatori, come accaduto ad esempio con il “famoso” Capodanno di Nainggolan: quanto è cambiato il modo di vivere il calcio e di fare giornalismo con l’avvento dei social?
È cambiato radicalmente. I calciatori stessi diventano fonte di notizie per noi giornalisti, raccontando in diretta la loro vita in campo e fuori. Questo ci “costringe” a vigilare costantemente e a non distrarci mai: ogni momento può diventare un’occasione!!

I TESTI E I CONTENUTI PRESENTI SU SOCCERMAGAZINE.IT POSSONO ESSERE RIPORTATI SU ALTRI SITI SOLO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE. OGNI VIOLAZIONE VERRA’ PUNITA.

Per rimanere aggiornati sulle nostre altre esclusive, vi consigliamo di seguire la pagina fan di Soccermagazine su Facebook.