Euro2016, Romania-Albania 0-1: cuore e grinta, Sadiku segna e fa sognare!

Al Parc Olymipque di Lione l’Albania supera di misura la Romania.  

Euro2016 fonte: flickr-Nazionale calcio
Euro2016 fonte: flickr-Nazionale calcio

L’ 1-0 degli uomini di De Biasi permette di sperare di poter rientrare nel gruppo delle migliori terze, così da continuare un sogno iniziato da lontano. Decide il match un gol di Armando Sadiku al 43′ del primo tempo. Di seguito la cronaca completa del match, valevole per la terza giornata dei gironi di Euro2016.

Primo tempo – La Romania si dimostra in pieno controllo della gara fin dai primi minuti. Buon fraseggio con scambi di prima intenzione. Al 3′ ci prova subito Nicolae Stanciu, ma la conclusione è finita alta e in curva. Dopo appena due minuti Ovidiu Hoban raccoglie un rimbalzo e ci prova dalla media distanza, ma Etrit Berisha è bravo a respingere con un grande intervento. Al 10′ c’è una nitida occasione per Stanciu: bel tiro di prima dal limite e indirizzato sotto la traversa, il portiere laziale compie un intervento strepitoso e raccoglie l’applauso dei suoi tifosi. I rumeni confermano di essere in partita al 14′ con una bella azione di Denis Alibec che ha saltato due difensori con un gioco di gambe e ha concluso, purtroppo il pallone è finito sul fondo, a lato del palo sinistro. Al 17′ l’Albania inizia a prendere coraggio e si affaccia in area di rigore. Andi Lila va al tiro dalla distanza, ma il pallone finisce alto sopra la traversa. Ci prova anche Migjen Basha con un tentativo rasoterra, ma Ciprian Tatarusanu non si fa impensierire e raccoglie la sfera senza problemi. Al 35′ è il turno di Ledian Memushaj che conclude la sua azione con una bella conclusione, ma il portiere della Fiorentina respinge il pallone sulla destra e manda in angolo. 36? Gli uomini di De Biasi crescono e si portano in vantaggio poco dopo. Al 43′ cross morbido e perfetto di Memushaj per la testa di Sadiku che insacca. Finisce così la prima frazione di gara con l’Albania superiore, rispetto all’inizio, alla Romania.

Secondo tempo – L’ Albania va subito in attacco e nel giro di pochi minuti ha due occasioni con Mergim Mavraj: la prima è una conclusione troppo alta dal dischetto dell’area di rigore, mentre nella seconda raccoglie di testa un tentativo di cross, ma lo fa fuori misura. Partita che si rende molto fallosa in questa prima parte della ripresa, infatti Alibec subisce un brutto fallo ed è costretto ad abbandonare il campo in barella. La Romania fatica a trovare dei corridoi per lanciare a rete qualche giocatore. Al 63′ è ancora l’Albania a cercare di rendersi pericolosa, ma il tiro di Memushaj è troppo debole per impensierire Tatarusanu. Al 70′ i rumeni ritornano in avanti con Gabriel Torje che conclude di prima con la palla che esce di pochi metri alla destra della porta difesa da Berisha. Azione pericolosa al 77′: Florin Andone colpisce la traversa con un tentativo dalla distanza. Partita accesa da entrambi i lati, squadre allungate e tante emozioni, nonostante la mancanza di vere e proprie conclusioni. Dopo 5′ di recupero, l’arbitro Pavel Kravolec dichiara la fine del match con il triplice fischio.

 

TABELLINO:

Romania (4-2-3-1): Tatarusanu, Sapunaru, Grigore, Chiriches, Matel, Prepelita (dal 46′ Sanmartean) , Hoban, Popa (dal 68′ Andone), Stanciu, Stancu, Alibec (dal 56′ Torje).  All. Iordanescu

Albania (4-3-3): Berisha, Hysaj, Ajeti, Mavraj, Agolli, Abrashi, Basha (dall’83’ Cana) , Memushaj, Lila, Sadiku (dal 59 Balaj), Lenjani (dal 77′ Roshi). All. De Biasi

Marcatori: Sadiku al 43′ (A)

Ammoniti: Matel al 54′, Sapunaru all’86’, Torje al 92′ (R); Basha al 6′, Memushaj all’86’, Hysaj (A)

Espulsi: nessuno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *