Il Palermo è vivo: 2-0 alla Samp. Cronaca e pagelle

Vittoria fondamentale per il Palermo nella corsa salvezza. I rosanero di Davide Ballardini hanno battuto per 2-0 la Sampdoria in casa, grazie al gol di Vazquez e all’autogol di Krsticic. Tre punti vitali che consentono di agganciare il Carpi a quota 35 punti al quartultimo posto.

Palermo
Tifosi Palermo. Fonte: Giovanni Mazzola

Il primo squillo dell’incontro arriva al 10° minuto: Quagliarella viene lanciato in profondità, calcia al volo ma la palla termina sull’esterno della rete. La risposta del Palermo arriva 2 minuti più tardi con un colpo di testa di Hiljemark ma Viviano intercetta senza problemi. L’incontro si gioca su ritmi bassi, ma quando meno era atteso arriva il vantaggio del Palermo: errore di Ranocchia che si addormenta sul pallone, Gilardino lo ruba e serve Vazquez che a tu per tu con Viviano è freddo e non sbaglia.

Il gol rosanero accende l’incontro del Barbera, una bolgia nonostante i pochi tifosi presenti allo stadio, e la Sampdoria ha la grandissima occasione per agguantare il pari al 25° minuto: tiro potente di Ricky Alvarez, Sorrentino respinge ma la sfera arriva sui piedi di De Silvestri. L’esterno calcia a botta sicura ma Cionek salva miracolosamente sulla linea con un colpo di testa. Sugli sviluppi del corner ancora Samp, stavolta con Soriano che conclude al volo, calciando di poco alla destra di Sorrentino.

Con il vantaggio acquisito il Palermo fa girare con calma il pallone, cercando di arginare la manovra doriana per poi ripartire in contropiede. Nel finale di tempo, la squadra di Ballardini va pure vicina al raddoppio in due occasioni: prima Morganella lascia partire un potente destro che Viviano respinge, poi Gilardino in campo aperto salta Ranocchia ma non ha la lucidità di calciare da dentro l’area.

Nella ripresa meglio la Sampdoria, che manda in campo Luis Muriel per cercare di sbloccare l’incontro. I blucerchiati chiudono il Palermo negli ultimi 30 metri, ma dalle parti di Sorrentino non arrivano grossi pericoli grazie ad una linea difensiva attenta.

I ritmi, così come il primo tempo, sono bassi ma è il Palermo che ha le migliori occasioni per andare in gol. Prima Maresca sbaglia un rigore in movimento, poi Gilardino a tu per tu con Viviano viene fermato dal portiere doriano. Il gol del Palermo è nell’aria, e questo arriva a 5 minuti dalla fine: cross dalla sinistra di Vazquez, serie di rimpalli in area tra i quali quello di Krsticic che insacca nella propria porta. Nel finale accade poco ed il Palermo può festeggiare tre punti importantissimi per la corsa salvezza, visto che adesso il Carpi è stato agganciato a quota 35 punti.

PALERMO-SAMPDORIA 2-0

MARCATORI: 19’ Vazquez (P), 85’ aut. Krsticic (P)

PALERMO (3-4-2-1): Sorrentino; Cionek, Vitiello, Andelkovic; Rispoli, Hiljemark, Maresca, Morganella; Vazquez (87’ Vazquez), Trajkovski (70’ Quaison); Gilardino. All.Ballardini

SAMPDORIA (3-4-2-1): Viviano; Cassani, Ranocchia, Skriniar; De Silvestri, Fernando (46’ Muriel), Krsticic, Dodò (71’ Cassano); Alvarez (82’ Sala), Soriano; Quagliarella. All.Montella

AMMONITI: 6’ Krsticic (S), 30’ Dodò (S), 46’ pt Maresca (P), 63’ Muriel (S), 77’ Cassani (S), 83’ Viviano (S)

Sorrentino, voto 6: ordinaria amministrazione per lui, non corre grandi rischi nell’arco dei 90 minuti,

Cionek, voto 7: la migliore prestazione da quando è a Palermo. Il salvataggio sulla linea sul tiro di De Silvestri vale un gol.

Vitiello, voto 7: rientra dalla squalifica e brilla subito. Quagliarella annullato da una prestazione straordinaria del centrale rosanero

Andelkovic, voto 7: conferma il suo buon momento di forma con una prestazione ottima, senza alcuna sbavatura.

Rispoli, voto 6: non ha vita facile contro Skriniar, ma la sua prestazione è senza infamia e senza lode.

Hiljemark, voto 6: dopo diverse prestazioni negative, lo svedese torna a giocare sui suoi livelli anche se c’è da migliorare.

Maresca, voto 7: Con lui in mezzo al campo il Palermo è una favola, e oggi se n’è avuta la conferma.

Morganella, voto 6,5: Ballardini lo conferma e lui si esprime al meglio.

Vazquez, voto 7: E’ la stella del Palermo, e partita dopo partita lo conferma. Prestazione incredibile, i due gol rosanero passano dai suoi piedi. (87’ Jajalo SV)

Trajkovski, voto 5,5: il gol all’ultimo minuto contro il Frosinone è stata soltanto un illusione. È il solito Trajkovski che abbiamo conosciuto in stagione: la sua prestazione è ricca di errori. (70’ Quaison, voto 5,5: entra in campo per dare la scossa, ma alcuni errori sono grossolani)

Gilardino, voto 6,5: corre per 90 minuti, mette il cuore e l’esperienza in tutto quello che fa. Lodevole

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *