In viaggio con SoccerMagazine: l’Italia a Bruxelles per l’amichevole contro il Belgio

Archiviata con successo la qualificazione ai prossimi Europei, l’Italia si prepara ad affrontare il Belgio nell’amichevole di venerdì 13 novembre che si terrà allo stadio Re Baldovino di Bruxelles, noto tristemente anche con il nome di Stadio Heysel.

Stadio Re Baldovino, Bruxelles. Fonte: Joni-Fuego
Stadio Re Baldovino, Bruxelles. Fonte: Joni-Fuego

In quello stesso campo da gioco il 29 maggio 1985 è avvenuta la più grande tragedia della storia del calcio. Poco prima dell’inizio della finale di Coppa Campioni fra Juventus e Liverpool persero la vita ben 39 persone e ne rimasero ferite più di 600 a causa di una ressa creata da alcuni hooligan inglesi. Il disastro costò caro alle squadre del Regno Unito, espulse da tutte le competizioni europee per ben 5 anni.

L’amichevole fra la nazionale di casa e la squadra di Antonio Conte commemorerà tutte le vittime di quella strage a trent’anni dal triste avvenimento.

Il Belgio, prima squadra nel ranking Fifa, ospiterà dunque l’Italia nello stadio più grande di tutta la nazione, inaugurato il lontano 23 agosto 1930 con il nome di Stade du Centenaire, proprio nell’anno del centenario dell’indipendenza del Belgio ( da qui il primo nome della struttura). Solamente tre settimane dopo, con la presenza del Re Leopoldo, venne inaugurato il campo da gioco con la partita fra Belgio e Paesi Bassi davanti a ben 70.000 spettatori.

Dopo la seconda guerra mondiale lo stadio venne ribattezzato con il nome forse più noto a tutti, Heysel, come la zona in cui sorge. Lo stadio subì la prima grande ristrutturazione solamente nel 1974, ma già dal 1980 le sue condizioni peggiorarono, contribuendo notevolmente al disastro avvenuto cinque anni più tardi.

Lo stadio subì una nuova ristrutturazione soltanto nel 1994 ed assunse il definitivo nome di Re Baldovino, in onore del sovrano belga che regnò  dal 1951 al 1993.

Lo stadio si trova all’indirizzo Marathonlaan 135/2 , 1020 Bruxelles – Brussel, a circa 6 km a nord dal centro della città.

Come arrivare allo stadio Re Baldovino.

  • In metro: ci sono ben tre stazioni della metro nei pressi dello stadio: Heysel  e Roi Baudouin, più vicine alla
    Panoramica aerea del vecchio Heysel. Fonte: Wikipedia
    Panoramica aerea del vecchio Heysel. Fonte: Wikipedia

    struttura e Houba-Brugmann poco distante. Si può raggiungere il campo da gioco con la linea 6 che ferma anche alla stazione ferroviaria Gare du Midi.

  • In auto: si può facilmente raggiungere lo stadio grazie alla tangenziale di Bruxelles. Prendere l’uscita 8 (detta anche Wemmel) e proseguire per alcune centinaia di metri, fino a raggiungere lo stadio che si trova sul lato sinistro.

Curiosità.

  • Si può visitare lo stadio in due modi. Il primo consiste in una visita autoguidata seguendo un percorso specifico all’interno dello stadio. L’alternativa è un tour di gruppo con una guida dalla durata di 60 minuti.
  • È possibile visitare lo stadio dal Lunedì al Venerdì dalle 10:00 alle 17:00. Il costo della visita autoguidata, che può durare fino a 90 minuti, è di 6 euro. Per la visita di gruppo il costo è invece di 8 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *