Inter, Mancini c’è: “Allenare e creare una squadra sempre più forte mi dà stimolo”

Nonostante una sonora sconfitta nell’ultima amichevole americana, filtra un pò di luce tra i nuovoloni che in questi giorni stazionano sopra l’Inter.

Roberto Mancini con il settore tecnico dell'Inter - Fonte: Inter.it
Roberto Mancini con il settore tecnico dell’Inter – Fonte: Inter.it

La rete di Mauro Icardi, quella della bandiera sul 4-1 del Bayern Monaco a Charlotte, è un segnale più che positivo: l’argentino non ha visto il campo nelle ultime due partite e un goal in soli 20 minuti di partita può muovere gli equilibri della sua attuale situazione.
Anche per Roberto Mancini c’è qualche nota positiva nelle sue parole di chiusura rilasciate al sito ufficiale dell’Inter. Ma prima l’analisi della partita: “Non si dovrebbero fare tre partite in sei giorni con i giocatori in preparazione. È stata la partita in cui le cose ti vanno storte soprattutto nell’impatto. Chiaramente ci mancano troppi giocatori, il lato positivo è – confessa l’allenatore dell’Inter – che hanno fatto un po’ di fondo. Qui le partite sono belle, ma c’è il rischio di essere un po’ in difficoltà per la preparazione. Tutti pronti per Oslo (amichevole il 5 agosto contro il Tottenham, n.d.r.)? Sì, anche chi ha lavorato a Brunico a eccezion fatta di Eder che è arrivato per ultimo e forse anche un po di Medel che è arrivato dopo gli altri. Era molto difficile giocare tre partite in sei giorni con pochi giocatori“.

 

Quando il discorso passa sul rapporto con squadra e società, Mancini confessa di essere “sereno perché faccio il mio lavoro sul campo. Abbiamo parlato con la società, ci siamo visti e abbiamo parlato. Quando torneremo ad Appiano vedremo se ci sono delle novità. Quello che accadrà non lo so. Banega e Brozovic? Saranno importanti perché sono forti e hanno qualità, vedremo poi se arriverà qualcuno. Mauro è il nostro capitano. Allenare e creare una squadra sempre più forte mi dà stimolo. Tutte le società lavorano per migliorarsi“.

Il rientro in Italia ci potrà dire se il rapporto tra Inter e Mancini potrà continuare. Intanto, ad attendere il tecnico nerazzurro a Milano potrebbe esserci un Antonio Candreva in più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *