Inter-Udinese, 3-1: prova quasi perfetta dei nerazzurri e prima rete di Eder

L’Inter di Roberto Mancini vince e convince contro l’Udinese, nel match valido per la 35esima giornata di serie A. I nerazzurri, all’avvio sotto di un gol, hanno preso le redini della gara in mano e hanno ribaltato il risultato con una doppietta di Jovetic e la prima rete di Eder.

Stevan Jovetic (fonte: www.inter.it)
Stevan Jovetic (fonte: www.inter.it)

I nerazzurri, all’inizio del primo tempo, non partono esattamente secondo le aspettative: a dieci minuti dall’inizio, infatti, la squadra ospite passa in vantaggio con Thereau, servito perfettamente da Badu. Il gol è una doccia fredda per i nerazzurri, che si vedono costretti a rincorrere il pareggio già da inizio gara. La squadra di Mancini, però, reagisce bene e si rende subito pericolosa, l’Udinese si limita ad amministrare il risultato, aspettando gli avversari. La risposta dei padroni di casa arriva alla mezz’ora, con la rete di Jovetic, grazie al bell’assist di Icardi. La squadra di casa non sembra volersi accontentare dell’1-1, va alla ricerca dei tre punti in classifica e spinge continuamente in attacco durante i 45 minuti.

La seconda frazione di gioco è praticamente un monologo dell’Inter, a parte qualche conclusione isolata dei bianconeri. I nerazzurri sono instancabili, non concedono un attimo di respiro e l’area piccola dell’Udinese è continuamente sotto assedio. Al 75′ arriva il raddoppio, meritato, di Jovetic: l’azione, innescata da Brozovic passa per i piedi di Biabiany e scarica su Jojo. L’Udinese tenta, di tanto in tanto, di impensierire gli avversari, ma lo fa soltanto con qualche ripartenza, che non va mai a buon fine. Zapata sfiora la rete al 90′, ma Handanovic non si lascia trovare impreparato e chiude tutto. A fine match, per chiudere in bellezza, giunge la ciliegina sulla torta: Eder approfitta di un contropiede e segna il suo primo gol con la maglia dell’Inter in campionato. I nerazzurri restano aggrappati al 4° posto, che assicurerebbe l’Europa League.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *