Liverpool-Napoli 1-0, le pagelle azzurre: Milik si divora la qualificazione

Il Napoli cade ad Anfield ed è fuori dalla Champions League, decide il match una rete di Salah nel primo tempo. La squadra di Carlo Ancelotti retrocede in Europa League in virtù del terzo posto conquistato nel girone.

Mertens - Fonte: Foto Calcio Napoli - Danilo Rossetti (Facebook)
Fonte: Foto Calcio Napoli – Danilo Rossetti (Facebook)
OSPINA 6.5: colpevole sul goal di Salah, si riscatta nella ripresa con un paio di interventi di pregevole fattura.
MAKSIMOVIC 5.5: non spinge quasi mai per paura di perdere la posizione in caso di contropiede del Liverpool. Nel secondo tempo è avulso dalla manovra e non si smarca mai per dettare ad un compagno il passaggio.
ALBIOL 6: gioca nonostante un lieve infortunio, riesce comunque ad essere efficace e ad arginare Firmino.
KOULIBALY 6.5: Monumentale in diversi interventi, dà una mano a Mario Rui su Salah dimostrando fisico e caparbietà.
RUI 4.5: il peggiore in campo. Perde Salah in occasione del goal dei Reds e non riesce mai a contenere le scorribande dell’egiziano. Non va meglio in zona offensiva dove non indovina un cross. (dal 70′ GHOULAM 6: dopo la Serie A ritrova anche il palcoscenico europeo, si comporta bene nonostante i clienti difficili che gravitano dalle sue parti)
ALLAN 6: cala alla distanza, ma gioca la solita partita di grande spessore.
HAMSIK 5: sbaglia troppe verticalizzazioni e perde diversi contrasti. Fa in maniera mediocre entrambe le fasi questa sera.
CALLEJON 5: pesa tantissimo sul voto l’errore sotto porta nel secondo tempo, per il resto gara di sacrificio dove non si risparmia mai
RUIZ 6: gioca un buon primo tempo, è bravo nel palleggio e trova sempre lo scarico sull’uomo libero. (Dal 62′ ZIELINSKI 6: entra bene in partita, aumenta il ritmo della manovra, ma non riesce ad essere incisivo sotto porta)
MERTENS 5: avulso dalla manovra, non trova mai la giocata giusta per concludere verso la porta. (dal 67′ MILIK 5: si muove bene, ma a tu per tu con Alisson fallisce il goal qualificazione)
INSIGNE 5.5: opaco questa sera il talento azzurro, i dialoghi con Mertens prima e Milik poi non producono mai pericoli per la porta di Alisson.