Palermo-Empoli 0-1: Saponara regala i tre punti ai toscani, black out per i rosanero

L’undicesimo turno di Serie A si conclude con la vittoria dell’Empoli al “Renzo Barbera” di Palermo contro i rosanero di Beppe Iachini: 0-1 il risultato finale con i rosanero che entrano in una nuova crisi di risultati, confermata dai fischi del pubblico. Importantissimo successo, invece, per l’Empoli che si conferma bestia nera dei siciliani.

Fonte: Giovanni Mazzola
Fonte: Giovanni Mazzola

 Tante conferme da entrambe le parti negli undici iniziali: nel Palermo Iachini manda in campo il 3-5-2 visto contro Inter e Napoli, con la novità Brugman dal primo minuto al posto di Maresca, e la coppia d’attacco Vazquez-Gilardino. Nell’Empoli, invece, Giampaolo manda in campo un 4-3-1-2 con Zambelli e Paredes che vincono i rispettivi ballottaggi con Laurini e Buchel; in avanti Saponara a supporto di Livaja e Pucciarelli.
Pronti-via l’Empoli tenta subito un’avvio a tutta per cercare di sorprendere un Palermo che, invece, preferisce imprimere un ritmo compassato all’incontro. La squadra di Giampaolo, complice la mobilità del tridente d’attacco, riesce a creare varchi nella difesa rosanero; la prima chance arriva dopo 10 minuti ed è per i toscani con Livaja che parte dall’out di sinistra, si accentra e scarica ad incrociare sul primo palo ma Sorrentino respinge in corner.

Il Palermo fatica ad entrare nell’incontro e spesso arriva davanti alla porta di Skorupski ma senza concludere. Il primo pericolo rosanero arriva a metà tempo con Franco Vazquez che, servito da Lazaar al termine di un’azione corale, prova la botta dai 20 metri ma è facile preda di Skorupski. Sul ribaltamento di fronte grande occasione per gli ospiti con Saponara che elude la marcatura di tre difensori rosanero, entra in area e calcia di potenza ma trova la respinta di Sorrentino.

Proprio il portiere rosanero è il vero protagonista tra gli uomini di Iachini: complice una squadra che non riesce ad ingranare e che alterna uno sterile possesso palla a lanci lunghi senza preda, l’Empoli trova terreno fertile per tentare di passare in vantaggio ed ha una grande chance al 35° minuto quando, su schema da calcio piazzato, Pucciarelli viene servito tutto solo dentro l’area e calcia a tu per tu con Sorrentino ma il portere rosanero si oppone. Nel finale nessuna occasione con le due squadre poco lucide e imprecise in fase d’appoggio.

Dagli spogliatoi sembra uscire il Palermo con un piglio diverso: i giocatori rosanero fanno girare palla con maggiore fluidità ed al 49° minuto hanno la migliore occasione del match con Gilardino che, servito spalle alla porta da Hiljemark, si gira e calcia di prima intenzione scheggiando l