Pellegrini per l’Europa: il Sassuolo supera 1-0 il Verona – Cronaca e pagelle

Il Sassuolo cerca punti per l’Europa League, il Verona già retrocesso vuole lasciare un buon ricordo nella massima serie: questa sfida della trentaseiesima giornata di Serie A ha ottimi motivi per essere seguita. Classico 4-3-3 per i neroverdi allenati da Di Francesco, con il tridente offensivo Sansone-Falcinelli-Berardi a cercare le reti europee; Delneri ha una rosa rimaneggiata ed opta per un 4-2-3-1, con Juanito Gomez unica punta e Toni ancora seduto in panchina. Primo cartellino giallo mostrato ad Albertazzi, che ferma la ripartenza di Berardi irregolarmente.

Pawel Wszolek - Fonte: hellasverona.it
Pawel Wszolek – Fonte: hellasverona.it

Primi minuti di gioco in equilibrio tra le due formazioni, che mostrano voglia di attaccare e buona preparazione difensiva. La prima occasione è per gli scaligeri, con Wszolek che al 17′ da ottima posizione tira addosso a Consigli. Continuano ad annaspare i neroverdi sotto la pressione del Hellas, che però finora non ha trovato la giusta finalizzazione. Al 21′ ci prova Viviani dai 20 metri e Consigli è costretto a distendersi per mettere la palla in angolo. La prima conclusione in porta per il Sassuolo invece avviene al 27′, ma il tiro dal limite di Berardi finisce alle stelle. Tiro fuori misura di Siligardi al 31′, lasciato dai compagni troppo solo sulla sinistra; altro tentativo fallito due minuti più tardi sempre dall’ex Livorno, stavolta da posizione centrale. Primo cartellino giallo mostrato ad Albertazzi, che ha fermato irregolarmente la ripartenza di Berardi. La gara, compreso l’unico minuto di recupero assegnato dall’arbitro, si chiude con i padroni di casa che provano a riaffacciarsi in avanti ma con scarso successo.
Prima metà di gara a ruoli invertiti: il Verona sembra la squadra con più fame tra le due in campo, nonostante non abbia più nulla da chiedere al campionato. Il Sassuolo incassa l’iniziativa ospite e fatica a mettersi sui binari giusti, ma l’energia mostrata negli ultimi minuti promette bene per la seconda metà di gara.

Lorenzo Pellegrini - Fonte: sassuolocalcio.it
Lorenzo Pellegrini – Fonte: sassuolocalcio.it

E’ ancora il Verona protagonista alla ripresa dell’incontro, che in una manciata di secondi dal fischio dell’arbitro si presenta con un tiro dal limite di Ionita che Consigli deve mettere sopra la traversa. Diagonale fuori misura di Wszolek al 51′, ad ulteriore riprova che i gialloblu spingono sempre di più. Al minuto 57 Duncan prova a sfondare centralmente con una serpentina contrastata da Moras, ma il pallone finisce sul destro di Pellegrini che dal limite tira sul secondo palo e mette la palla in rete per il 1-0. Delneri prova a recuperare la gara: Juanito Gomez viene richiamato in panchina e al suo posto entra Luca Toni. Ma è il Sassuolo a farsi in vedere in avanti nuovamente: Duncan prende palla e si immette sulla destra per servire Falcinelli, ma a pochi passi dalla porta l’attaccante spara la palla sopra la traversa. Altro cambio per il Verona: fuori Greco, dentro Rebic. Anche i padroni di casa optano per una sostituzione: Gazzola scende in campo per sostituire Longhi. Gran sinistro dai 20 metri effettuato da Berardi, ma il 70′ non è il momento del raddoppio neroverde.  Anche l’attaccante 21enne viene richiamato in panchina: al suo posto Di Francesco fa entrare Politano. Ultimo cambio per il Verona: scende in campo Romulo al posto di Albertazzi. Questa sostituzione sembra aver sortito gli effetti sperati, perchè il Verona pressa più alto e riesce a riproporsi in avanti, come al 83′ con il colpo di testa di poco fuori. Terzo cambio tra le fila dei padroni di casa: Falcinelli va a sedersi e lascia il posto a Missiroli per un Sassuolo più protetto sulla linea mediana. La gara non trova più spunti pericolosi, chiudendosi anche nei quattro minuti di recupero con i gialloblu che spingono alla ricerca del pari ed i padroni di casa serrati a contenere e a ripartire in contropiede.

Cinico e vincente il Sassuolo, che mette a segno una delle poche occasioni concesse dagli ospiti. I neroverdi con questi tre punti ed il pari casalingo del Milan si posizionano momentaneamente al sesto posto in classifica e ad un passo dal primo storico accesso all’Europa League.
Onore al Verona: nonostante la retrocessione confermata, in campo l’Hellas cerca dall’inizio di imporsi. Per i gialloblu paga tanto la poca concretezza offensiva, dove si sente la mancanza di un vero leader in avanti.

IL TABELLINO
SASSUOLO 1-0 VERONA
Sassuolo (4-3-3): Consigli 6; Vrsaljko 6.5, Cannavaro 6, Acerbi 5.5, Longhi 5.5 (dal 69′ Gazzola 6); Pellegrini 6.5, Magnanelli 6, Duncan 6.5; Berardi 6 (dal 73′ Politano 6), Falcinelli 5.5 (dal 84′ Missiroli 6), Sansone 6. A disp.: Gazzola, Adjapong, Trotta, Pegolo, Pierini, Ferrini, Broh, Abelli, Pomini. All.: Eusebio Di Francesco.
Verona (4-2-3-1): Gollini 6; Pisano 5.5, Moras 6, Bianchetti 5, Albertazzi 5.5 (dal 77′ Romulo 6); Viviani 6.5, Greco 6 (dal 66′ Rebic 6); Wszolek 6, Ionita 5.5, Siligardi 5; Gomez 5 (dal 61′ Toni 5.5). A disp.: Marrone, Coppola, Marcone, Samir, Furman, Checchin, Jankovic, Emanuelson, Gilberto. All.: Luigi Delneri.
Marcatori: 57′ Pellegrini (S)
Ammonizioni: Albertazzi (V)
Espulsioni: –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *