Pescara-Brescia 2-1: vittoria in rimonta nell’80° compleanno dei Delfini

PESCARA – Per la trentottesima giornata di Serie B si affrontano all'”Adriatico” Pescara-Brescia. Nei padroni di casa Pasquato ed il rientrante Caprari alle spalle di Lapadula. Negli ospiti torna il difensore Caracciolo mentre l’Airone in panchina per far spazio a Geijo.

Fonte: PescaraCalcio.com
Fonte: PescaraCalcio.com

Il capocannoniere del torneo, Lapadula, si fa vedere dopo sette minuti con una rovesciata che obbliga Minelli ad alzare in corner. Risponde il Brescia con un colpo di testa di Geijo, ma anche qui grande parata di Fiorillo. Ammonito al quarto d’ora Salifu che trattiene Caprari. Al 16° gran botta di Memushaj, Minelli respinge, poi Caprari manda alto. Al 18° Brescia in vantaggio: Dall’Oglio calcia dalla distanza, Fiorillo tocca, ma la palla sbatte sul palo e si insacca. Alla mezz’ora Caprari in area calcia e trova la deviazione di Minelli in corner. Al 35° Lapadula trova spazio di calciare col sinistro dal limite, ma Minelli c’è. Nonostante la spinta finale abruzzese, il Brescia va al riposo in vantaggio di una rete.
Si riparte con una novità: entra Verde per Torreira. Il Pescara pareggia dopo appena tre minuti: corner del neo entrato, girata di Memushaj e Minelli battuto. All’8° ammonizione proprio per il capitano abruzzese dopo una brutta entrata su Marsura. Due minuti dopo Lapadula aggancia un pallone impossibile poi calcia nell’angolino e Minelli respinge in corner. Al quarto d’ora ammonito Mazzitelli per un tocco col braccio. Ancora Pescara: lancio di Verre per Caprari che controlla e calcia, con l’ennesima respinta di Minelli. Al 19° deve però lasciare il campo per crampi il numero 17, al suo posto Mitrita. A metà ripresa Lapadula salta Minelli, ma poi invece di calciare mette in mezzo e l’azione si perde. Entra E. Lancini per Marsura. Alla mezz’ora Oddo perde anche Verde per una brutta distorsione alla caviglia: al suo posto Cappelluzzo. Cambia anche Boscaglia: dentro Caracciolo per Geijo. Al 31° il Pescara passa in vantaggio: lancio per Lapadula che beffa Antonio Caracciolo e Minelli e insacca a porta libera. Ultimo cambio Brescia: Morosini per Venuti. Il neo entrato è subito pericoloso con un diagonale che respinge Fiorillo. Al 36° contropiede di Morosini: Verre lo stende con un durissimo intervento e Sacchi lo espelle. Ammonito al 39° Dall’Oglio per fallo su Cappelluzzo. La superiorità numerica bresciana dura solo dieci minuti perchè Mazzitelli commette un secondo intervento da cartellino giallo e abbandona il campo nel primo dei cinque minuti di recupero. Al 48° Cappelluzzo divora il 3-1 da due passi: prodigioso l’intervento di Kupisz. Ammonito Mitrita nel finale per perdita di tempo. Finisce 2-1 per il Pescara, che vince in rimonta il giorno del suo 80° compleanno.

IL TABELLINO:
PESCARA (4-3-2-1): Fiorillo; Fornasier, Zampano, Vitturini, Mandragora; Verre, Torreira (46° Verde, 74° Cappelluzzo), Memushaj; Pasquato, Caprari (63° Mitrita); Lapadula. A disposizione: Aldegani, Acosta, Mazzotta, Zuparic, Bruno, Selasi. Allenatore: Oddo.
BRESCIA (4-2-3-1): Minelli; Calabresi, Ant. Caracciolo, Venuti (77° Morosini), Castellini; Mazzitelli, Salifu; Dall’Oglio, Marsura (69° E. Lancini), Kupisz; Geijo (76° And. Caracciolo). A disposizione: Arcari, Camilli, Abate, Camilleri, Rosso, N. Lancini. Allenatore: Boscaglia.
ARBITRO: Sacchi di Macerata.
MARCATORI: Dall’Oglio al 18°, Memushaj al 48°, Lapadula al 76°.
AMMONITI: Salifu, Memushaj, Mazzitelli, Dall’Oglio, Mitrita.
ESPULSI: Verre all’81°, Mazzitelli al 91°.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *