Premier League: pari e tante emozioni fra United e Leicester, cade il Liverpool

Nella domenica di Premier League si ferma ancora il Liverpool, questa volta contro un ottimo Swansea che conquista la salvezza matematica; emozioni a non finire invece nella partita fra Manchester United e Leicester che si dividono la posta in palio con il risultato di 1-1.

Manchester United
Manchester United – Paul

La brutta prestazione e l’ampio turnover impediscono al Liverpool di avvicinarsi alla zona Europa League, distante ancora quattro punti. I ragazzi di Guidolin prendono subito in mano le redini della partita e sbloccano il risultato al 21′, quando Ayew supera Lovren e con un colpo di testa batte Ward. Alla mezz’ora lo Swansea trova il meritato raddoppio con il meraviglioso tiro a giro di Cork; il Liverpool prova a reagire con Sturridge, autore di un fantastico pallonetto che termina di poco a lato.

Nella ripresa la squadra di Klopp riesce ad accorciare le distanze con l’incornata di Benteke, ma il goal è soltanto illusorio perché lo Swansea chiude definitivamente la partita al 67′ con la doppietta personale di Ayew che aggancia il pallone in area, si gira e batte ancora Ward. Il Liverpool non trova più la giusta reazione per riaprire la partita, lasciando i tre punti alla squadra di Guidolin che può festeggiare la salvezza matematica.

Il Leicester rimanda la festa per il titolo, il Manchester United tiene salda la quinta posizione ambita dal West Ham, distante appena un punto. Il pari è lo specchio della partita: nel primo tempo sono i Red Devils a dominare la partita è ad aprire le marcature dopo appena 8 minuti di gioco con la rete di Martial su suggerimento di Valencia. I ragazzi di Ranieri però trovano la forza di reagire e di agguantare il pari al 16′, quando il capitano Morgan brucia tutti di testa e manda in rete il pallone sugli sviluppi di un calcio di punizione. Il Manchester United, nettamente superiore, sfiora il raddoppio più volte nella prima frazione di gioco con Rooney e Vakencia, ma Schmeichel è attento e fa buona guardia.

Nella ripresa le Foxes provano ad assaltare l’area avversaria con le incursioni pericolose di Ulloa e Okazaki, ma lo United riesce a reggere i colpi e a ripartire, sfiorando il vantaggio al 78′ con Smalling che ti testa fa tremare soltanto il palo. Prima del triplice fischio c’è tempo solo per l’espulsione per doppio giallo di Drinkwater e dei due bellissimi interventi di Schmeichel, che nega a Rooney la gioia del goal in pieno recupero.

Con il pareggio del Leicester, il Tottenham sarà obbligato a vincere domani sera sul campo del Chelsea per non consegnare anzitempo il titolo di campione d’Inghilterra alle Foxes, che vedono il loro sogno sempre più vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *