Premier League: Tottenham-Southampton 1-2, gli Spurs mettono a rischio il 2° posto

Il Tottenham viene sconfitto dal Southampton per 1-2.

White Hart Lane, stadio del Tottenham - Fonte: cottontimer (Wikipedia)
White Hart Lane, stadio del Tottenham – Fonte: cottontimer (Wikipedia)

Perso il titolo ora l’obbiettivo di Pochettino è quello di tenersi il secondo posto. Per evitare il ritorno dell’Arsenal gli Spurs dovevano battere il Southampton di Pellè. Ma i Saints in piena corsa per il sesto posto, a -2 dal West Ham ma con una partita in più, hanno sfruttato a loro favore la delusione ancora da metabolizzare in casa Tottenham. Tra le fila londinesi mancavano gli squalificati Alli e Dembele oltre agli infortunati Bentaleb e Rose.

Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Walker, Alderweireld, Vertonghen, Rose; Dier, Mason (dal 78′ Chadli); Son (dal 65′ N’Jie), Eriksen, Lamela; Kane.

Southampton (4-2-3-1): Forster; Martina, van Dijk, Fonte, Bertrand; Wanyama, Clasie (dal 58′ Romeu); Manè (dal 65′ Pellè), Davis, Tadic (dal 86′ Ward-Prowse); Long.

Possesso palla 71%-29%, tiri 20-10, tiri in porta 6-2, calci d’angolo 10-2.

Ammoniti Moss, Romeu e Long del Southampton.

Gli Spurs passano in vantaggio con una bella rete di Son al 16’ ma gli ospiti riescono a vincere in rimonta grazie ai gol di Davis al 31’ ed al 72’. Gli Spurs mettono così a rischio il 2° posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *