Roma-Napoli 1-0, pagelle azzurre: Koulibaly insuperabile, Hamsik irritante

Il Napoli esce sconfitto dall’Olimpico nel finale, a condannare gli azzurri il goal di Nainggolan.

Fonte: Pagina Facebook "Foto Calcio Napoli - Danilo Rossetti"
Fonte: Pagina Facebook “Foto Calcio Napoli – Danilo Rossetti”
Le pagelle degli azzurri:

Reina 6-Deciso sulle uscite. Non può nulla sul goal.

Hysaj 6-Tiene bene su El Shaarawy.

Albiol 6,5-Non si lascia mai superare dagli avversari.

Koulibaly 7-Il migliore. Sovrasta tutti con il suo strapotere fisico. Si fa apprezzare per degli interventi decisivi in più di una volta. Bravo anche ad impostare.

Ghoulam 5-Soffre la velocità di Salah e non è costante in zona offensiva.

Allan 5,5-Solita partita di quantità, ma non incide più di tanto nel match. (Dal 79′ Lopez SV).

Jorginho 5-Il pressing della Roma lo limita un po’ e lui non riesce a trovare le contromisure giuste. (Dal 90′ Gabbiadini SV).

Hamsik 4-Irriconoscibile e a tratti irritante. Nel primo tempo quasi combina la frittata servendo un pallone girato all’indietro sui piedi di Nainggolan. Sbaglia tutti gli appoggi. Anche in fase di spinta si ha la sensazione di essere altrove. Non un bel modo per festeggiare le 400 partita con il Napoli.

Callejon 5,5-Trova il goal nel primo tempo, ma la Orsato vede un fuorigioco millimetrico e lo annulla. Solita partita di sacrificio, ma in avanti non riesce a farsi vedere.

Higuain 6,5-Il pipita ha la sfortuna di trovarsi uno Szczęsny in grande giornata. 2 miracoli del portiere polacco gli negano la gioia del goal dopo i 3 turni di squalifica.

Mertens 5,5-Riesce a creare qualche pericolo, ma si intestardisce troppo nella conclusione personale. (Dal 74’Insigne 5-Non incide nel match).

Sarri 5-I suoi hanno un paio di occasioni per sbloccare la partita, è vero, ma la squadra sembra non avere la solita voglia di aggredire l’avversario. A tratti si è visto lo stesso Napoli lento e a tratti rinunciatario visto contro la Juventus allo Stadium, e proprio come a Torino è arrivata la beffa nel finale. La squadra e il tecnico sembravano accontentarsi del pareggio. E ora il secondo posto è a serio rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *