Serie B, Brescia-Bari 2-3: tre punti in extremis ai pugliesi

Il Bari vince in casa del Brescia nei minuti di recupero: Rosina dal dischetto per la vittoria biancorossa.

Logo del Bari - Fonte: Martina Manta
Logo del Bari – Fonte: Martina Manta

Sfida decisiva oggi al Rigamonti di Brescia: alta la posta in palio degli ospiti del Bari al quale servono punti preziosi per la conquista dei playoff. Sin da subito attenti ed aggressivi, i pugliesi impegnano severamente la difesa bresciana.

La prima occasione è proprio biancorossa e arriva all’8′ azione personale sulla destra di De Luca che svanisce per il cattivo smarcamento al centro di Puscas. Più concentrati rispetto al Brescia i pugliesi sbloccano la gara al quarto d’ora grazie ad una “papera” del portiere di casa che con una presa difettosa si fa sfuggire tra le gambe il pallone calciato da Rosina a seguito di uno scambio al limite.

Continua il buon momento del Bari che raddoppia al 23′ con Puscas che servito da Rosina in area non sbaglia e batte Minelli. La reazione dei lombardi porta al 28′ all’occasione firmata Caracciolo che ,servito al centro dell’area, manca di poco la porta e al 31′ all’ “eurogol” di Morosini il cui tiro si insacca nel set alla sinistra di Micai che nulla può. Il risultato è sull’1-2 e la partita si ravviva con il Brescia che cerca il pareggio mentre il Bari risponde con pericolose ripartenze. Al 38′ protagonista l’arbitro che frettolosamente manda negli spoiatoi Kupisz reo di “aver mandato a quel paese” lo stesso Di Paolo. Allo scadere del primo tempo i biancorossi sfiorano il terzo gol in contropiede con Dezi il cui tiro, questa volta, viene deviato in angolo.

Nella ripresa al 51′ su calcio d’angolo Antonio Caracciolo sfiora il pareggio con un colpo di testa ottimamente neutralizzato da Micai. Il Brescia malgrado l’inferiorità numerica, con Embalo e Said continua a creare azioni pericolose nell’area del Bari. Ma sono gli ospiti ad andare vicini al gol: pescato sul filo del fuorigioco il neo entrato Boateng spreca clamorosamente il gol del 1-3. Al 73′ uscita spericolata del portiere di casa impedisce a Puscas la doppietta.

I pugliesi pur creando diverse occasioni favorevoli non riescono a chiudere la gara e si fanno raggiungere all’ 83′ da un magistrale calcio di punizione di Embalo. Sembrava una beffa per i biancorossi che però con decisione insistono e guadagnano il rigore decisivo per la vittoria: Rosina dal dischetto non sbaglia e segna il gol della vittoria.

Al Rigamonti si conclude per 2-3: il Brescia saluta il Rigamonti malamente con una sconfitta mentre la formazione biancorossa porta a casa tre importanti punti, salendo a quota 68, in vista dello scontro diretto contro il Trapani in chiave playoff.

Le squadre:
BRESCIA (4-2-3-1): Minelli; Venuti (dal 83′ Geijo), Lancini, Caracciolo, Coly; Kupisz, Salifu, Said (dal 76′ Mangraviti) ; Morosini (dal 60′ Rosso), Caracciolo, Embalo. (A disp.Arcari, Camilleri, Somma, Castellini, Geijo, Marsura, Rosso, Abate, Bertoli). All.Boscaglia.

BARI (4-3-3): Micai, Donkor (dal 73′ Di Noia), Tonucci, Di Cesare, Jakimovski (dall’88’ Lazzari), Donati, Defendi, Dezi, Rosina, Puscas, De Luca (dal 66′ Boateng). (A disp.Guarna, Rada, Romizi, Lazzari, Gemiti, Savvas, Di Noia, Tutino, Boateng). All.Camplone

Arbitro: Aleandro Di Paolo

Marcatori: 15′ Rosina, 23′ Puscas, 93′ Rosina (Bari), 31′ Morosini, Said 67′ (Brescia)

Ammoniti: 45′ Donkor, 63′ De Luca, 76′ Jackimoski (Bari), 45′ Caracciolo Antonio (Brescia)

Espulsi: 38′ Kupisz.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *