Man. Utd, Van Gaal diretto: “Robin voleva lasciare. Valdes? Delusione”

Il Manchester United si sta rinforzando per i preliminari di Champions League. La quarta posizione dello scorso anno deve essere migliorata, lo chiedono i tifosi e il prestigio del club. I primi acquisti sono già arrivati e i soldi spesi sono molti.

Fonte immagine: Congres in Beeld from Eindhoven, The Netherlands
Fonte immagine: Congres in Beeld from Eindhoven, The Netherlands

Rimane l’incognita portiere: De Gea era dato per partente, dopo l’addio di Casillas al Real Madrid. Offerte sul giocatore ci sono state, ma nessuna trattativa è realmente decollata. Un possibile sostituto, dell’estremo difensore spagnolo, potrebbe essere lo svincolato Romero. Sull’argentino è forte il pressing della Roma che sta cercando di chiudere a giorni. Intanto Van Gaal smentisce ogni tipo di contatto con l’ex Sampdoria. Ecco le sue parole rilasciate durante la tournèe asiatica: “Non posso dire se verrà o no Romero perché non posso parlare delle strategie del club. L’ho già spiegato in passato. È possibile che arrivi un altro portiere così come è possibile che non arrivi, dipende tutto da De Gea. Se resta? Si sta allenando qui e lo sta facendo nel miglior modo possibile. Qualche dubbio rimane. De Gea è arrivato a Manchester nel 2011 totalizzando in Premier League 131 partite e subendo 134 reti. Il classe ’95 è un portiere di prospettiva che potrebbe ereditare anche la maglia da titolare della Spagna.

In bilico c’è anche Valdes. L’ex Barcellona sembra non seguire la filosofia di Van Gaal che avrebbe già messo l’estremo difensore nella condizione di andare via. Ecco le parole del tecnico: “Valdes non è convocato perché non segue la mia filosofia, ovvero il modo in cui giochi a calcio e in cui mantieni il ritmo partita. Lo scorso anno ha rifiutato di giocare nella seconda squadra e questo significa non seguire la mia filosofia. Quando non lo fai c’è una sola via ed è l’esclusione. Per noi è una grande delusione“. La non convocazione parla chiaro, lo spagnolo sarà costretto ad accasarsi da qualche altra parte.

Infine l’addio di Van Persie. Non è mai stata nascosta la stima che, l’allenatore olandese, nutriva nei confronti di Robin. L’attaccante del Man. Utd non se la sentiva di rimanere per continuare a fare panchina. Molti hanno incolpato proprio Van Gaal del suo addio. Durante la tournèe asiatica il tecnico ha voluto chiarire anche questo passaggio: “Ho parlato con lui alla fine della scorsa stagione, lui già sapeva che sarebbe andato via. Gli ho detto alcune cose che però restano tra me e lui. Avevamo parlato delle sue prospettive allo United e lui ha capito. È sempre difficile lasciar andare un giocatore come lui, ma abbiamo deciso così“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy