Calciomercato Lazio: da cessioni e risoluzioni un tesoretto di 14 milioni!

Con il campionato oramai conclusosi ed i giocatori non impegnati con le proprie nazionali a godersi le meritate vacanze, a tenere banco sono le trattative di calciomercato.

Fonte immagine: Mario Rossi
Fonte immagine: Mario Rossi

Fervono le trattative in casa Lazio dove il presidente Lotito è determinato a mettere a disposizione di mister Petkovic una rosa competitiva in ambito nazionale ed europeo per ambire a traguardi importanti. Ventidue titolari cui affiancare giovani promesse. Questo l’obiettivo della dirigenza biancoceleste che con l’arrivo del giovane colombiano Perea ed i colpi Biglia e Felipe Anderson ormai in canna è alla ricerca di uno o due difensori di livello e di un bomber da affiancare a Klose. Ma come nella miglior tradizione lotitiana perché il calciomercato biancoceleste si possa sbloccare in entrata bisogna prima vendere. Ecco allora che a Tare è stato affidato il compito di portare nelle casse capitoline un tesoretto dalla cessione di alcuni nomi più o meno illustri. Oltre al risparmio sugli ingaggi di Brocchi, ritiratosi dal calcio giocato, e Foggia accasatosi a Dubai, sul piede di partenza si registrano i nomi di Dias, Stankevicius, Cavanda, Matuzalem, Alfaro e Zarate. Analizziamo i singoli casi.

 

Dias è sempre più intenzionato a chiudere la sua carriera in patria. Il brasiliano ha più volte chiesto al club di assecondare il suo desiderio e la Lazio potrebbe accontentare il giocatore che ha ancora un anno di contratto ed una valutazione che si aggira sui 2,5 milioni di Euro. Difficile tuttavia che la dirigenza capitolina insista per un trasferimento a titolo oneroso. Molto più facile che si raggiunga un accordo per una risoluzione consensuale che consentirebbe di risparmiare il costo dell’ingaggio.

Stankevicius ha diverse offerte dalla Spagna. Anche lui legato ai biancocelesti da un altro anno di contratto, ha una valutazione che si aggira sui 400 mila Euro. Con appena 243 minuti sulle spalle tra campionato e coppa nell’ultima stagione, difficile che la Lazio si opponga al trasferimento tirando sulla cifra.

Discorso più complesso per Luis Pedro Cavanda. Il terzino belga, assistito dallo stesso procuratore di Diakité, è in rotta di collisione con la dirigenza laziale dallo scorso gennaio quando si è rifiutato di accettare il rinnovo di contratto offerto da Lotito. In scadenza a giugno 2014, per la società la situazione è diventata più che altro una questione di principio. Ufficialmente fuori rosa, l’entourage del giocatore fa sapere di non voler ricorrere ad alcun escamotage particolare per risolvere anticipatamente il contratto. L’intenzione è infatti quella di cercare un offerente od eventualmente arrivare a scadenza così da potersi accordare liberamente con altri club. Lotito è disposto alla cessione ma a fronte di un’offerta di 3-4 milioni di Euro. I pretendenti, soprattutto in Premier League, non mancano, ma il caso è più spinoso di quanto sembra.

Matuzalem dovrebbe essere riscattato dal Genoa per circa 2 milioni di Euro. Discorso analogo dovrebbe valere per Alfaro con l’Al-Wasl pronto a versare nelle casse biancocelesti i 3,5 milioni necessari ad acquistare a titolo definitivo il giocatore ai quali andrebbero aggiunti i 500 mila Euro per il prestito oneroso dell’ultima stagione. In caso contrario, sul giocatore si registra comunque l’interesse di un paio di club della Liga.

 

Infine, Mauro Zarate. Tra il fantasista argentino ed il club capitolino è in corso un processo sportivo a conclusione del quale il giocatore spera di ottenere la risoluzione del contratto. Lotito è pronto a dare battaglia fino all’ultimo pur di non perdere l’occasione di monetizzare la cessione dell’ex numero 10 laziale che, ad oggi, si aggirerebbe sui 4 milioni di Euro. Difficile, tuttavia, che il collegio arbitrale dia ragione al presidente biancoceleste. Tuttavia, la risoluzione del contratto consentirebbe alla Lazio di risparmiare ben 8 milioni, tra ingaggio e commissioni.

In definitiva, le operazioni analizzate consentirebbero alla Lazio di ricavare un ipotetico tesoretto compreso tra i quattordici ed i venti milioni di Euro da poter riversare nelle trattative in entrata. Consentendo a mister Petkovic ed ai tifosi biancocelesti di sognare una sessione di calciomercato stellare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy