Argentina: poker del Boca Juniors al Newell’s, l’Olimpo ferma il River

La Bombonera resta ancora silenziosa, non trema, non può battere come al solito e accompagnare i suoi beniamini ma almeno il Boca Juniors torna a fare il Boca Juniors.

La Bombonera Fonte: Heretiq (Wikipedia)
La Bombonera
Fonte: Heretiq (Wikipedia)

Prestazione maiuscola da parte degli xeneizes di Arruabarrena che scacciano una volta per tutte i fantasmi di quel Superclasico di Libertadores che tanto ha inciso dal punto di vista psicologico nell’ultima fase di campionato: la squadra del Vasco in campo è perfetta nonostante le tante assenze e l’addio quasi definitivo di Osvaldo; a centrocampo dominano Perez e Betancur, in difesa il Cata Diaz è sontuoso. E proprio con una bomba del Cata che comincia la magica serata del Boca Juniors, pronto a giustiziare un Newell’s Old Boys ancora nel pieno di una forte rivoluzione: il capitano degli xeneizes sblocca la partita con un calcio di punizione violentissimo che vale l’1-0 dopo pochissimi minuti e regala subito coraggio ai suoi compagni.

La partita della lepra dura fino all’intervallo e nella mezz’ora conclusiva di primo tempo i rosarini trovano un palo clamoroso con Scocco dai 30 metri e alcune buone chance neutralizzate dallo splendido lavoro difensivo di Diaz.

Nella ripresa però il Boca Juniors torna a giocare un calcio spettacolare e coglie l’occasione per dilagare: Palacios firma il raddoppio xeneize grazie ad un diagonale destro che con la deviazione di un difensore leproso spiazza Pocrnjic e abbatte psicologicamente il Newell’s. Pochi minuti dopo infatti arriverà il 3-0 su un calcio d’angolo di Colazo corretto in gol dalla deviazione aerea di Jonathan Calleri, centravanti che fa gola a tanti club europei pronto a tornare il vero 9 del Boca Juniors quando Osvaldo lascerà La Boca. Nel finale ci sarà spazio anche per il poker grazie a Chavez che trasforma un calcio di rigore procurato da Calleri su assist dello stesso compagno ex Banfield.

Il Boca Juniors arriva così alla  pausa ad un punto dal San Lorenzo ricucendo in fretta quel gap che sembrava destinato ad aumentare; il Newell’s momentaneamente guidato da Picerni invece continua a non convincere.

Se il Boca Juniors torna in gran spolvero, non fa la stessa cosa il River Plate che inciampa a Bahia Blanca contro l’Olimpo trovando solo un 1-1 in extremis. Una partita più difficile del previsto quella della Banda Di Gallardo che ancora una volta stecca un match decisivo contro gli aurinegros, ormai estia nera dichiarata. Una partita già bloccata di per sé si complica ulteriormente quando a inizio ripresa su un tiro cross di Encina si avventa in estirada Jacobo Mansilla che mette il pallone alle spalle di Barovero.

La reazione dei Millionarios tarda ad arrivare ed il pareggio giunge a pochi istanti dal gong: serve una prodezza del Pity Martinez che con un sinistro volante dal limite dell’area spedisce in gol un pallone ributtato fuori di testa dalla difesa su un calcio d’angolo segnando un gol d’autore. Solo una perla di un giocatore dai colpi fantastici poteva raddrizzare una gara apparentemente maledetta per il River Plate.

Nell’altra partita della notte 0-0 a Mendoza tra Godoy Cruz e Arsenál de Sarandì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy