Copa Libertadores: Bolivia fatale al Lanus, OK il Defensor Sporting

Serviva una grande impresa al Lanus per avanzare alle semifinali di Copa Libertadores ma in Bolivia le imprese sono sempre più difficili.

Autore: Victor Master Fonte: Wikipedia.org
Autore: Victor Master
Fonte: Wikipedia.org

Il Bolìvar doveva proteggere il prezioso 1-1 della Fortaleza con tutti i favori del pronostico dalla sua parte. Vincere all’Hernando Siles si sa, è un’impresa per chiunque ma il Lanus di Guillermo Barros Schelotto sembrava partivo con le giuste intenzioni: l’attacco confermato a tre con Junior Benitez, di gran lunga il più in forma del momento, schierato insieme ad Ayala a supporto del Tanque Silva. Dall’altra parte il “rey de copas de Bolivia” ha confermato il solito 3-4-2-1 con Juanmi Callejon titolare.

La partita si gioca su ritmi piuttosto alti e le squadre sono lunghe tanto da favorire lo spettacolo con numerose azioni pericolose di contropiede. Da un momento all’altro può segnare ognuna delle due squadre ma il cronometro avanza ed il risultato è fisso sullo 0-0 che premierebbe il Bolivar. Ad inizio ripresa il Granate sembra voler prendere in mano la partita e spinge probabilmente con la convinzione di trovare al più presto il gol decisivo; tuttavia è proprio in quel momento che l’altura gioca brutti scherzi: Carlos Izquierdoz è protagonista di un gesto violento che viene visto dall’assistente dell’arbitro Zambrano il quale provvede all’espulsione del pilastro difensivo del Lanus. In undici contro dieci per il Bolivar il cammino è in discesa e il Lanus perde progressivamente brillantezza finendo quasi per rassegnarsi. Bisognerà aspettare gli ultimissimi minuti di gioco per vedere il gol decisivo che lo segnerà Arce dopo che il cucchiaio di Yecerotte aveva colpito il palo e la palla era rimbalzata dentro l’area piccola a porta vuota. Più tardi William Ferreira sfiorerà anche il 2-0 colpendo la traversa da pochi metri ma ciò non influirà sul successo della squadra.

Il Bolivar accede alle semifinali di Copa Libertadores dove incontrerà un’altra argentina, l’ultima rimasta, il San Lorenzo. L’Academia boliviana adesso sogna la prima finale di Copa Libertadores della sua storia.

Nell’altra partita il DefensorSporting ha battuto per 1-0 l’Atletico Nacional bissando il successo di Medellin dell’andata. Anche a Montevideo la Violeta ha punito in contropiede: Pais, solito instancabile corridore per tutto il campo ha servito l’assist per l’eterno Nicolas Oliveira, uruguayo ormai 35enne. Tra il Defensor Sporting e la finale di Copa Libertadores ormai c’è solamente il Nacional de Asuncion.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy