Copa Libertadores: che colpo il San Lorenzo! Passa il Cruzeiro, out il Flamengo

Dopo un martedì notte elettrizzante anche il mercoledì di Copa Libertadores ha fatto impazzire i tifosi sudamericani.

Fonte: Jokluis (Flickr.com)
Fonte: Jokluis (Flickr.com)

L’ultima notte del torneo più ambito del Sudamerica ha regalato tantissimi gol oltre che il solito spettacolo e le infinite emozioni che è solita regalarci questa coppa. Il Gruppo 7 ha aperto le danze con Bolivar-Emelec e Flamengo-Leon: i boliviani non hanno avuto difficoltà a domare l’Emelec in quel di La Paz dove la partita è terminata sul 2-1 ma non è stata mai in discussione. Gli ecuadoregni sono piuttosto abituati a giocare in altura ma per vincere all’Hernando Siles ci vuole quel qualcosa in più che gli uomini di Quinteros non hanno avuto. Decidono un gol in fulmineo contropiede di William Ferreira ed un’incornata del solito Juanmi Callejon che vanificano il golazo nel finale firmato Luis Escalada per l’Emelec.

L’altra partita del Gruppo 7 si giocava al Maracanà dove Flamengo e Leon si contendevano il secondo posto valido per accedere agli ottavi di finale di Copa Libertadores. Alla Fiera messicana bastava un pareggio in Brasile per passare il turno ma non ha rinunciato ad attaccare e ad imporre il proprio gioco contro un Flamengo decisamente troppo distratto e poco concreto. Il gol del vantaggio infatti lo segna proprio il Leon con Franco Arizala su colpo di testa; poi arriva il pari sempre in elevazione firmato André Santos ma neanche 60’’ dopo il Leon torna in vantaggio con l’ex Genoa Mauro Boselli che mette in gol il cross di Hernandez. La partita prende un ritmo incredibile e al 34’ siamo già 2-2: cross basso di Everton e destro vincente di Alcsandro che impatta il risultato. Il pareggio basterebbe al Leon per passare il turno ma nel finale arriva anche il definitivo punto del 2-3 al termine di un contropiede fatale per il Flamengo dove Carlos Peña chiude il discorso qualificazione. Passano il turno dunque il Bolivar (per la prima volta due boliviane agli ottavi di finale di Copa Libertadores) ed il Leon con il Flamengo che bissa l’eliminazione dei connazionali dell’Atletico Paranaense.

Nel Gruppo 2 succede l’impossibile soprattutto nella sfida tra Union Española e Independiente del Valle. Mentre il San Lorenzo passeggia su un irriconoscibile Botafogo con la doppietta di Piatti ed il gol di Villalba, al Santa Laura arrivano gol a raffica in una partita destinata ad entrare nella storia. Al minuto 58 siamo sul punteggio di 3-1 in favore dell’Independiente che in questo modo eliminerebbe il San Lorenzo; poi arriva una clamorosa reazione dell’Española che ne segna tre in pochi minuti e si trova a condurre la gara per 4-3; il finale però ha ancora molto da regalare e l’Independiente del Valle prima pareggia con Daniel Angulo (tripletta personale) e poi torna in vantaggio con Sornoza. Il clamoroso 4-5 finale però non premierà gli ecuadoregni che saranno eliminati a causa di un solo gol di differenza reti in meno rispetto al San Lorenzo. In questo girone la Copa Libertadores ha rischiato di perdere due grandi favorite ma alla fine il solo San Lorenzo è riuscito a passare mentre il Botafogo completa il dramma brasiliano.

In contemporanea al Gruppo 2 giocava anche il Gruppo 5, girone dal destino quasi segnato che ha visto chiudersi le cose senza eccessive sorprese. Il Cruzeiro infatti non ha difficoltà a battere un Real Garcilaso già eliminato e privo di eccessivi stimoli; a sistemare i peruviani ci pensano le incornate di Goulart e Bruno Rodrigo mentre in contropiede a fine primo tempo Julio Baptista mette il punto esclamativo sulla gara. Il 3-0 di questa partita obbligava la U de Chile a vincere in casa del Defensor Sporting che a sua volta non poteva permettersi una sconfitta. A fine primo tempo la U sblocca la partita con la bomba dalla distanza di Ramon Fernadez, una delle note più positive di questa Copa Libertadores per i cileni; poi nella ripresa sull’ennesima invenzione di De Arrascaeta arriva il gol di Matias Alonso che significa qualificazione e primo posto nel girone. La U de Chile è costretta a lasciare la Copa Libertadores per differenza reti, colpa di quel clamoroso 5-1 incassato a Belo Horizonte nelle primissime partite del girone; il Cruzeiro passa il turno in extremis e salva la faccia delle brasiliane, decisamente ridimensionate dopo questa prima fase di Copa.

Questa notte chiuderanno la fase a gironi della Copa Libertadores i gruppi 8, con Arsenal e Santos Laguna già qualificate e 6 con Gremio e Newell’s costrette a sigillare la loro posizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy