Copa Libertadores: il Cruzeiro passa al Monumental, Racing beffato nel finale

Una notte infuocata di Copa Libertadores premia le gesta eroiche di Guaranì e Cruzeiro che vincono il proprio quarto di finale d’andata e adesso sognano in grande.

Autore: Glaucia Goes Fonte: Flickr.com
Autore: Glaucia Goes
Fonte: Flickr.com

Si gioca prima ad Asunción, sul campo degli aurinegros che per la terza volta in questa stagione devono affrontare il Racing decisamente più quotato. L’espulsione in casa Academia di Luciano Lollo cambia completamente le sorti di una partita in sostanziale equilibrio: gli uomini di Cocca consci della difficoltà di andare in gol con l’uomo in meno cercano di limitare i danni e di strappare uno 0-0 che nell’ottica del doppio confronto poteva rivelarsi prezioso.

La ripresa è di fatto un assedio del Guaranì che però si infrange contro una resistenza quasi eroica dell’Academia e sembra non riuscire a trovare le giocate giuste per segnare il gol che farebbe svoltare la squadra di Fernando Jubero. La svolta arriva ma per una partita l’uomo decisivo non è Federico Santander, saggiamente braccato dalla difesa albiceleste: Julian Benitez al minuto 85 inventa una giocata al limite dell’area e calcia quasi ad occhi chiusi un destro che Saja non riesce a respingere. Doccia gelata per il Racing di Diego Cocca che adesso dovrà cercare la rimonta al Cilindro nella settimana successiva al Clásico contro l’independiente che porterà sicuramente via tante energie.

È andata ancora peggio all’altra argentina, il River Plate. Dalla partita drammatica della Bombonera i Millionarios mentalmente non ne sono usciti: la squadra è scomposta, disordinata, sfilacciata. Il Cruzeiro impone dei ritmi che la Banda di Gallardo non riesce a sostenere. In totale confusione ogni reparto e il gol brasiliano è sempre nell’area.

E nel finale la rete del Cruzeiro arriva: il piede di Barovero respinge un tiro pericoloso di Damião ma il pallone finisce sui piedi di Marquinhos che a porta vuota può solo appoggiare in gol e far esplodere i tifosi della Raposa al seguito.

La partita finirà sul punteggio di 0-1 e il cammino del River in Copa Libertadores sembra davvero agli sgoccioli: servirà una rimonta a Belo Horizonte, difficile sulla carta, impossibile con l’atteggiamento di questa notte. Con un Marquinhos così in forma è difficile competere con il Cruzeiro, l’esterno di destra classe ’89 in questo momento è il leader tecnico della Raposa sia in campionato che in Copa Libertadores e non perde l’occasione per dimostrarlo.

La Copa Libertadores torna la prossima settimana con le partite di ritorno dei quarti di finale; si comincia alle 3.00 della notte tra martedì e mercoledì con Tigres-Emelec.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy