Liga, Barcellona-Malaga: 1-0, Vermaelen distrugge il catenaccio andaluso

In occasione della seconda giornata di Liga, il Barcellona, al “Camp Nou”, affronta il Malaga di Javi Garcia. Gli andalusi sono stati gli unici, durante lo scorso campionato, ad aver bloccato i blaugrana: infatti gli uomini di Luis Enrique, contro il Malaga, hanno rimediato una sconfitta e un pareggio.

Fonte: Alessandro Davani
Fonte: Alessandro Davani

FORMAZIONI

Barcellona (4-3-3): Bravo, Sergi Roberto, Mascherano, Vermaelen, Jordi Alba; Rakitic, Busquets, Iniesta; Messi, Suarez, Neymar. Allenatore: Luis Enrique.

Malaga (4-4-2): Kameni; Rosales, Angeleri, Welington, Miguel Torres; Horta, Tissone, Darder,  Juankar; Charles, Amrabat. Allenatore: Javi Gracia.

All’avvio del primo tempo sono i catalani a spingere di più, al 9′ Busquets tenta la conclusione, su assist di Suarez, che tira di destro da fuori area, costringendo Kameni ad andare sul pallone e salvare la propria squadra dal gol. L’area di rigore degli ospiti è sotto assedio, provano ad andare a rete prima Messi e poi di nuovo Busquets, ma non riescono a finalizzare; dalla distanza azzarda anche Mascherano con un colpo di testa, servito dalla Pulce, ma la palla colpisce la traversa. I padroni di casa non si arrendono e Thomas Vermaelen si rende pericoloso di testa, mettendo il pallone nell’incrocio dei pali, ma Kameni ci arriva e para. Il portiere camerunese è obbligato a fare gli straordinari, ma riesce ad avere i riflessi prontissimi anche sulle preoccupanti azioni di Neymar e Suarez sul finire della prima frazione di gioco. Duplice fischio dell’arbitro e tutti negli spogliatoi, il risultato è fermo sullo 0-0 ma lo schiacciante possesso palla e i numerosi tiri a porta rendono i padroni di casa i favoriti.

Durante il secondo tempo il Barcellona continua a pressare e il Malaga non riesce ad opporsi, facendosi calpestare. Mascherano, Messi, Neymar, Suarez e Vermaelen non si fanno mai trovare impreparati, ma nonostante la rapidità che li contraddistingue, la porta avversaria sembra essere stregata. Il Malaga riesce a provare il tiro soltanto tre volte, senza riuscire né ad incidere né ad impensierire Bravo. Al 71′ Kameni, finora impeccabile tra i pali, si lascia sfuggire un tiro al volo di Suarez: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, l’attaccante spagnolo aggancia di testa da posizione ravvicinatissima e il portiere del Malaga, completamente spiazzato, stavolta non riesce a fare miracoli. Dopo più di un’ora di tentativi il Barcellona va meritatamente in vantaggio. L’attacco inesistente del Malaga non è all’altezza della situazione e si lascia completamente sopraffare, infatti non c’è alcuna reazione fino alla fine del match, che si conclude per 1-0, con netta supremazia dei blaugrana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy