Champions League: vincono le spagnole. United, che ko!

Ecco il resoconto delle altre gare di Champions League:

Fonte: Francesco Mula de Haro, flickr
Fonte: Francesco Mula de Haro, flickr

GRUPPO A:

PSG-Malmo 2-0: vita facile per i parigini che vanno immediatamente in vantaggio con Di Maria, imbeccato da Verratti. Cinque minuti e gara in discesa. Gli svedesi provano una piccola offensiva, ma il modesto valore tecnico non facilita le cose. Nella ripresa, all’ora di gioco, Ibrahimovic regala la gioia del goal a Cavani che chiude la gara fissando il risultato sul 2-0. Esordio facile per Blanc che dovrà giocarsi il primato del girone solo con il Real Madrid.

Real Madrid-Shakhtar 4-0: tutto facile per la formazione di Benitez che sembra aver ritrovato lo smalto e il gioco di un tempo. Un poker che non lascia scampo ad uno Shakhtar inguardabile, uno dei peggiori della gestione Lucescu. Alla mezz’ora apre le danze Benzema grazie ad un regalo del portiere Pyatov. Nella ripresa gli ospiti restano in dieci per il doppio giallo rimediato da Stepanenko. I padroni di casa alzano il ritmo e conquistano due calci di rigore entrambi per fallo di mano: il primo di Srna e il secondo di Azevedo. Dagli undici metri C. Ronaldo fa doppietta. Nel finale l’asso portoghese cala il tris balzando subito in testa alla classifica cannonieri della Champions.

Classifica gruppo A: Real Madrid 3, PSG 3, Malmo 0, Shakhtar 0.

 

GRUPPO B:

PSV-Manchester United 2-1: esordio shock per Van Gaal in Champions, il suo United crolla per 2-1 in casa dei campioni d’Olanda. Dopo solo 24 minuti, un’entrata killer di Moreno fa uscire per infortunio il giovane Shaw. Per il terzino frattura della tibia e del perone, stagione compromessa per lui. Nonostante il colpo, il Manchester si riversa in avanti passando in vantaggio con l’ex Depay pronto ad andare a rete poco prima del duplice fischio. La gioia viene strozzata in gola, infatti nel secondo minuto di recupero, sempre Moreno, stacca dimenticato da tutti e supera De Gea. 1-1 e doccia fredda per gli inglesi. Nella ripresa, gli uomini di Cocu entrano con il piglio giusto e trovano il vantaggio grazie a Narsingh. Lo United si sveglia tardi e vede scomparire i primi 3 punti.

Wolfsburg-CSKA Mosca 1-0: esordio vincente per i tedeschi che vanno in rete alla mezz’ora con il neo acquisto Draxler, lesto a ribattere in goal una respinta corta dell’estremo difensore avversario. Il CSKA Mosca, con Doumbia in panchina, combina poco in attacco e rendendosi quasi mai pericolo. Nella ripresa la storia non cambia e la noia fa da padrona. Al triplice fischio, il risultato è giusto per quanto creato sul campo.

Classifica gruppo B: PSV 3, Wolfsburg 3, CSKA Mosca 0, Manchester United 0.

 

GRUPPO C:

Galatasaray-Alt. Madrid 0-2: trasferta gloria per gli uomini di Simeone che si sbarazzano dei turchi nei primi 45 minuti grazie ad uno straordinario Griezmann. Il giovane talento, prima con un rasoterra e poi con un tap-in vincente, regala la vittoria su un campo molto difficile. Nella ripresa, l’Atletico, si limita a gestire la palla concedendo solo qualche ripartenza agli avversari. Arrivare agli ottavi non dovrebbe essere un problema se si continuerà a giocare così.

Benfica-Astana 2-0: esordio amaro per la formazione kazaka che, all’Estadio da Luz, viene battuta per 2-0 dal Benfica. I portoghesi non hanno vita facile e si imbattono in una squadra ben messa in campo e combattiva. Le reti di Gaitan e Mitroglou arriveranno solo nella ripresa, dopo un’ora di gioco. 3 punti importanti per partire bene, ma l’Astana non sarà un avversario facile per nessuno.

Classifica gruppo C: Atletico Madrid 3, Benfica 3, Astana 0, Galatasaray 0.

 

GRUPPO D:

Siviglia-Borussia M. 3-0: i tedeschi reggono solamente un tempo e si arrendono agli spagnoli nella ripresa. Durante i primi 45 minuti accade poco e nulla. Entrambi i club sono attenti a non scoprirsi e lasciano pochissimi spazi agli attaccanti avversari. Al ritorno in campo, i padroni di casa si svegliano e raccimolano un calcio di rigore. Il penalty è trasformato facilmente da Gameiro. Due minuti più tardi, lo stesso attaccante viene atterrato in area e l’arbitro decreta ancora la massima punizione. Questa volta, la punta, colpisce in pieno la traversa. Le disgrazie per gli ospiti non finiscono qui: al 66′ commettono un altro ingenuo fallo da rigore. Banega si incarica della battuta e sigla il 2-0. A cinque minuti dalla fine, Konoplyanka mette il sigillo sul match. 3-0 e primi tre punti nel girone.

Siviglia 3, Juventus 3, Manchester City 0, Borussia M. 0.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy